EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Economia

"La Bit è tornata"

05/12/2016 - numero Edizione 1516

Il messaggio lanciato dagli organizzatori: l’evento riproposto in chiave contemporanea

La rivoluzione Bit è pronta. Un rinnovamento che investe più ambiti a partire dalla location e dalle date. “Innanzitutto Bit torna in città, a fieramilanocity, da domenica 2 a martedì 4 aprile, tra la settimana della moda e quella del design”, fa presente Simona Greco, exhibition director Art, Fashion, Hospitality, Travel di Fiera Milano. Nella giornata di domenica 2, “aperta ai viaggiatori, a Bit farà tappa la Milano Marathon, uno degli eventi sportivi più importanti per la città”. Nuovo sarà anche “l’approccio esperienziale: il percorso espositivo si articola in 4 aree per motivazione di viaggio, Leisure, Luxury, Mice e Destinazione Sport, cui si aggiungono 4 ‘percorsi’ lifestyle quali A bit of Taste, dedicato all’enogastronomico; I Love Wedding sul turismo matrimoniale; be Tech dove si incontrano i principali operatori del digitale; infine avremo un’area riservata al turismo Lgbt, uno dei target più interessanti all’insegna dell’inclusività”.
Quanto al passato la manager riconosce che sono state vissute “alcune edizioni di transizione, in cui eravamo impegnati a mettere a punto il nuovo concept pensato per dare risposte efficaci a questi cambiamenti. Gli attori della filiera hanno colto questo nostro sforzo e ci hanno dato fiducia. Stiamo avendo un grandissimo riscontro, in particolare dagli attori istituzionali: lo testimoniano i numerosi accordi che stiamo siglando con organizzazioni italiane e internazionali come Adutei, FedercongressiEventi, Iglta, Visit Usa solo per citarne alcuni”.
L’accordo con Guida Viaggi per la parte convegnistica è la chiave di volta per conquistare il trade rilanciando la fiera o un modo per attrarre visitatori? “La nostra focalizzazione su questa componente è cresciuta in modo esponenziale per rispondere in modo sempre più puntuale a un’esigenza emersa dagli operatori: una ‘cassetta degli attrezzi’ concreta perché condividere know how e accrescere la professionalizzazione è fondamentale per cogliere le nuove opportunità di business. In questo quadro - fa presente Greco - la collaborazione con Guida Viaggi riveste un ruolo centrale. Givi curerà lo studio, progettazione e realizzazione di oltre 70 appuntamenti. La parte convegnistica sarà riservata ai professional, mentre per i viaggiatori in cantiere ci sono molte nuove iniziative ancora top secret, in particolare nell’area Sport”.

La prima volta
In tema di unioni tra fiere la manager mette in luce che “l’accordo con Givi segna una pietra miliare in quanto contempla un’alleanza con NF Tourism & Technology Event, ed è la prima volta in assoluto che in Italia due fiere del turismo uniscono le loro forze”. Alla domanda su quale sia ad oggi la risposta degli espositori, emerge che, in generale, è “molto positiva, c'è un sentiment diffuso per cui le aziende e le istituzioni confermano la bontà del progetto, che per alcuni è entusiasmante”. Quali new entry e quali ritorni considerate al momento i più importanti? “Tra i rientri di peso possiamo citare l’Abruzzo, che si ripropone con uno stand importante e un ricco programma di eventi, o Msc che rappresenta il grande ritorno di un segmento importante come quello crocieristico. In primo piano  anche Visit Usa con le delegazioni degli stati americani”. Tra le conferme, sono segnalate tra le destinazioni estere due mete “amate dagli italiani come la Croazia e la Repubblica Dominicana e una destinazione in grande ascesa quale il Giappone e tra le regioni italiane, la Sardegna”.

La formula
“La Bit è tornata ed è tornata alla grande”. Questo il messaggio che si vuole lanciare. Un ritorno che passa attraverso una reinterpretazione, “in chiave contemporanea, dei valori che ne hanno decretato il successo ultra-trentennale. Al trade diciamo che, grazie all’articolata e flessibile segmentazione di prodotto in funzione della domanda, Bit 2017 si preannuncia come il ritorno in grande stile della piattaforma di business che ha fatto la storia dell’incontro tra domanda e offerta in Italia, con una formula agile che risponde alla continua evoluzione di mercati caratterizzati da specializzazione del viaggiatore, esperienzialità e approccio sempre più hi-tech”.

Il valore aggiunto
Il nuovo format ha un valore  aggiunto che è quello “di rientrare nel portafoglio di manifestazioni dirette di Fiera Milano, che hanno in comune la focalizzazione sulle eccellenze italiane (turismo, ospitalità, moda, food) e con cui si possono realizzare sinergie che nessun altro organizzatore di fiere può offrire in Italia”. Greco pensa ai punti di contatto tra Bit e Host, o tra il turismo wedding e una manifestazione come SI Sposa Italia Collezioni, “momento clou della Milano Bridal Week”. O le sinergie con MiArt, “che si svolgerà in contemporanea. I visitatori professionali di MiArt avranno un accesso preferenziale in Bit”. Ad essere rinnovata anche la  comunicazione, “nell’immagine e nella pianificazione. Vedrà una crescente presenza online e sui principali social”. Grande attenzione ai travel blogger, per i quali è prevista un’agenda di incontri con gli espositori.



Stefania Vicini

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte