EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Economia

Baglioni Hotels: trend positivo

05/12/2016 - numero Edizione 1516

Dopo un 2015 da record

C’è soddisfazione nelle parole di Guido Polito, ceo di Baglioni Hotels, quando gli chiediamo un commento sul trend dell’anno che sta per chiudersi. “L’andamento dell’intera Collection è positivo, anche se non paragonabile all’annata eccezionale del 2015 – per via dell’ Expo a Milano e della Biennale a Venezia - che ci ha fatto registrare numeri da record”. Ricordiamo, infatti, che lo scorso anno la catena ha registrato un fatturato di 55 milioni di euro, in crescita del 18% rispetto all’anno precedente, per un Ebitda pari a 6 milioni di euro. “Milano nei mesi di ottobre e novembre, notoriamente più di bassa stagione, sta registrando comunque dei buoni livelli di occupazione anche durante il fine settimana, a testimonianza del fatto che la città è attiva e sempre più di interesse per i viaggiatori internazionali”. Parlando di mercati, quello francese ha subìto una flessione “su tutti i segmenti e nostre destinazioni, a causa della situazione socio-economica nazionale/europea”. Le maggiori soddisfazioni sono venute “sicuramente” dal mercato americano, “che registra un +10%, con una netta preferenza per le piazze di Venezia e Roma, seguito da quello Uk che predilige per il 50% Venezia”. Il mercato italiano è stabile al quarto posto - dopo Usa, Uk ed ex Urss. “Si tratta di un mercato che storicamente prenota tipologie di camere inferiori, raramente suite e top suite”, commenta ancora Polito.

Debutto alle Maldive
Il 2017 “sarà per noi un anno molto importante, sbarcheremo infatti alle Maldive, aprendo durante l’estate il Baglioni Resort Maldives, situato sull’isola di Maagau, nell’atollo di Dhaalu, a 40 minuti di idrovolante dalla capitale Malè. Sarà un vero e proprio paradiso in stile italiano, caratterizzato da un’attenzione particolare per la cultura gastronomica, le attività sportive e il benessere, insomma una vera oasi di pace, divertimento e relax”. Il ceo rende conto del grande interesse e della curiosità che sta suscitando la new entry maldiviana, sia tra i principali partner trade che sulla rete: “Abbiamo infatti da poco lanciato una campagna di storytelling sui nostri canali social e sull’homepage dedicata che durerà sino a gennaio 2017, volta a svelare gli “unique selling points” del nostro resort attraverso un dialogo tra il nativo Raambe, che conosce le meraviglie dell’isola di Maagau meglio di chiunque altro, e John, viaggiatore appassionato di Maldive”. Nel corso del 2017 Baglioni rilascerà gradualmente altri contenuti sino all’apertura ufficiale.

Sviluppo futuro
Come sottolineato anche in altre occasioni, Baglioni Hotels non intende fermarsi e, oltre all’apertura del Baglioni Resort Maldives, sta valutando un investimento in Francia, “a Parigi, un hotel di lusso in posizione centrale, e stiamo guardando con interesse agli sviluppi possibili in Medio Oriente, con particolare attenzione all’area del Golfo, molto dinamica”, spiega Polito.
Sul fronte dell’offerta già in portafoglio, in tutte le strutture in Italia e a Londra “stiamo ponendo un’attenzione particolare all’offerta food. Abbiamo quindi istituito partnership con importanti realtà italiane nazionali e locali per fare emergere i sapori unici, raffinati e di qualità del territorio italiano nei diversi momenti della giornata, dalla prima colazione, al pranzo, tè pomeridiano, aperitivo, cena e dopocena”.  



Emanuela Comelli

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte