EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - ECONOMIA

PKF hotelexperts alla conquista degli investitori internazionali

05/12/2016 - numero Edizione 1516

Con due uffici a Milano la società contribuirà allo sviluppo delle transazioni

Sarà operativa da gennaio PKF hotelexperts, la nuova realtà della consulenza alberghiera frutto di una partnership tra PKF Consulting e R&D Hospitality (marchio che a fine mese sarà congelato, ndr). Il previsto boom di investimenti in Italia e più in generale in Sud Europa ha sollecitato questa operazione, che si traduce in un rafforzamento della presenza in Italia, con un forte team e una sede a Milano diretta da Giorgio Bianchi, già amministratore unico di R&D Hospitality. “Nei prossimi anni ci aspettiamo un incremento significativo di investimenti alberghieri in Sud Europa – ha confermato Michael Widmann, managing partner di PKF hotelexperts – in particolare in Portogallo, Spagna, Italia, Croazia e Grecia. In Uk e Germania – ha aggiunto – non ci sono grandi possibilità e lo yield è attorno al 3-4%, i mercati dell’Est sono fermi e in Turchia si assiste ad un blocco delle attività. Inevitabile puntare su questa zona europea con un partner perfetto ed un marketing forte”. In un’intervista a Giorgio Bianchi, director – head of Italy di PKF hotelexperts, abbiamo chiesto una overview di mercato e i primi passi della newco.

Gv: Da gennaio sarà operativa con uffici a Milano la società PKF hotelexperts: come vi state strutturando internamente?
“Avremo due uffici: uno di rappresentanza e di consulting con sede in via Revere ed un altro operativo e progettuale con sede in Corso Italia”.

Gv: Quali le aree di sviluppo del vostro progetto sul mercato italiano?
“Il piano include la ricerca e lo sviluppo di progetti non solo in città, ma anche nelle destinazioni turistiche, un target d’offerta che si rivolge ad investitori internazionali”.

Gv: Come si sta evolvendo il settore alberghiero italiano e su quali fasce d’offerta individuate le opportunità maggiori?
“Il settore si sta evolvendo attraverso l’aggregazione e lo sviluppo di nuovi gruppi alberghieri nazionali ed internazionali che rappresentano ormai quasi il 20% del mercato, molto di più del marginale 4% di cui si parlava fino a non molto tempo fa”.

Gv: Che rendimento  medio può garantire attualmente una struttura alberghiera italiana (con traffico misto leisure e corporate) rispetto ad hotel posizionati in Nord e Centro Europa?
“Si tratta di rendimenti più alti di circa 3-4 punti percentuali e poi garantiscono una maggiore stabilità e minori rischi rispetto al passato”.

Gv: Che tipo di player sono più interessati ad investire in Italia e più in generale in Sud Europa (fondi, società mediorientali o cinesi, catene europee o americane….)?
“Sicuramente è forte l’attenzione di fondi e gruppi extraeuropei, ma soprattutto operatori ed investitori più vicini, sia nazionali che tedeschi, inglesi e francesi sono interessati ad espandersi nel mercato sudeuropeo e in Italia in particolare”.

Gv: Quali le prospettive 2017 in termini di RevPar e fatturato per gli hotel midscale in Italia? E per la fascia lusso?
“Prevedo una forte crescita per la fascia lusso, per i budget hotel e per il segmento extralberghiero, dagli  ostelli ai serviced apartment”.

Gv: Quali i primi passi concreti che farete come PKF hotelexperts?
“Oltre all’organizzazione interna citerei l’appuntamento con Tourism Investment. Contare su un player come PKF, con la sua presenza internazionale, servirà a consolidare questo appuntamento. Grazie a questa sinergia concretizzeremo sempre di più questo evento itinerante per attrarre investimenti internazionali in Italia”.                  



Laura Dominici

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte