EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Bmt 2017

Itermar: Russia e Cina nel mirino

13/03/2017 - numero Edizione 1521

Individuali in crescita grazie al nuovo portale 

Marco Leonori, executive director Itermar, definisce il 2016 “un anno particolarmente impegnativo per tutti gli operatori turistici italiani, caratterizzato da movimenti consistenti di fatturato dalle aree normalmente richieste (Parigi/ Bruxelles/ Nizza)  a zone minori considerate più sicure sotto l’aspetto della possibilità di attentati terroristici”. In questo contesto, il tour operator ha attuato “una linea di difesa limitando al minimo le penali di cancellazione durante i periodi più difficili e contrattando al meglio e sotto data le tariffe  degli hotel e servizi offerti in alternativa”. Il confronto con il 2015 per il manager non è possibile,  “dopo gli exploit di Expo”, ma sicuramente l’anno è stato in linea con il 2014, che già presentava buoni risultati.
All’estero le mete più richieste sono state la Repubblica Ceca, con Praga, ma anche Germania e Spagna. Da segnalare anche l’ottimo risultato dell’Olanda, Amsterdam in particolare.
Il fronte individuali ha registrato buone performance, grazie al nuovo portale. “Sia-mo soddisfatti del risultato ottenuto in fase di lancio”. Leonori rende conto di  mol- tissime registrazioni “ottenute grazie anche al marchio Itermar presente da anni in tutte le adv italiane. Non possiamo ancora competere con i "big di settore", ma presentiamo un'offerta di 170mila strutture, con aree geografiche decisamente competitive”.
Nel 2017 il t.o. è concentrato sull’ampliamento dell’offerta; inoltre “stiamo lavorando per migliorare la velocità di risposta nelle ricerche”.

L’attività incoming
E sul fronte incoming? “Ottimo il lavoro del reparto – ci dice Leonori -, con incrementi vicini al 100%”.
Tra  mercati che hanno dato le maggiori soddisfazioni ci sono Nord Europa, Germania e Inghilterra; in aumento anche ucraini e spagnoli, e da oltreoceano argentini e brasiliani.
In sofferenza il mercato turco “a causa degli eventi terroristici e situazione politica”. Per il nuovo anno “abbiamo numerosissime richieste e conferme come dimostrano i dati, ci auguriamo un clima di stabilità che favorisca lo sviluppo di tutti i mercati”.
L’operatore sta valutando ed inserendo nuove destinazioni particolari e partecipando insieme al Mibact ad operazioni di incoraggiamento dei flussi turistici da Russia e Cina, “ma - conclude il responsabile - è ancora presto per sbilanciarsi”.               
 



Emanuela Comelli

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte