EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Speciale - Viaggi di nozze

La nuova concorrenza

13/03/2017 - numero Edizione 1521

Occhio alla concorrenza, ci sono delle società di marketing che fanno le liste nozze e le propongono alle adv. A porre l’accento su questo aspetto è Massimo Caravita, vicepresidente Marsupio Group. Il manager fa presente che “ci sono anche delle softwarehouse appartenenti al mercato turistico che fanno liste nozze” e poi ci sono i network, che le fanno da loro stessi o se le fanno fare. Esistono realtà come “Amoore.it che, per esempio, è entrato molto nel mondo delle adv ed ha fatto molta pubblicità sui canali social - afferma Caravita -. Ora non fanno più pagare un canone, ma ogni lista costa 35-40 euro. E’ prevista la possibilità di prendere un carnet di dieci liste, per esempio, e a quel punto il costo è inferiore”.
Il manager mette in luce anche un altro fenomeno emergente, per esempio sono nate le liste nozze che fungono da banca. Perchè si fa una lista nozze? Per raccogliere i soldi, pertanto queste realtà raccolgono i soldi che poi restituiscono agli sposi, in una sorta di “disintermediazione della lista nozze”, un concorrente in più presente sul mercato con cui i network devono fare i conti e che si sta affacciando adesso. Le adv dal canto loro esprimono la necessità di avere la lista nozze, l’unico rischio che corrono le reti è di “essere sorpassate da chi non è di mestiere e di conseguenza di perdere il cliente. E’ una tendenza di mercato che sta affiorando negli ultimi periodi”. Tra i nomi c’è Collettiamo.it una “busta digitale” per diverse occasioni per cui si può fare una colletta online. “La concorrenza nel settore è forte e spesso è inutile giocare al prezzo ribassato - osserva Paola Frigerio, direttrice di Frigerio Viaggi Network -, quando esiste la possibilità di offrire elementi distintivi. Il network Frigerio offre agli sposi una consulenza più ampia che integra ai servizi travel, anche la ricerca della location, con l’organizzazione dell’intero evento, avvalendosi in base alle esigenze, anche della realtà aumentata per creare un ambiente surreale e suggestivo di quello che è destinato a rimanere uno dei giorni più significativi della vita”. Non solo tra le novità c’è anche “la partecipazione interattiva che offre un contenuto multimediale agli invitati”. Le chance da giocare sono molteplici e le reti dimostrano di voler restare al passo, senza farsi scappare di mano la possibilità di offrire strumenti competitivi alle affiliate. Vero è che competenza e capacità di affrontare le situazioni più disparate sono gli elementi che fanno la differenza e che si imparano sul campo. Come quella volta in cui una coppia chiese “un albergo in Polinesia con il sole che tramontava davanti”, racconta Andrea Pesenti, direttore commerciale di SeaNet. Tra le richieste più originali ricevute da Gattinoni MdV c’è stato “un matrimonio alle Hawaii con lo sciamano”.
A Frigerio è capitato che lo sposo non volesse “abbandonare la sua chitarra durante il volo e per questo ha dovuto comprare il biglietto che ha utilizzato per occupare il posto vicino a sé. La sposa, al loro ritorno, ci ha raccontato che il marito ha dovuto anche mettere la cintura di sicurezza alla chitarra per viaggiare”.                         



Stefania Vicini

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte