EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Economia

Evoluzione digitale per i network

17/04/2017 - numero Edizione 1524

Strumenti e prodotto per la conquista dei nuovi target ci sono

Digital turismo e smartphone traveller: i network di adv accettano la sfida della conquista e, se non lo hanno ancora fatto, si attrezzano con strategie mirate per catturare nuovi clienti, mantenere quel-li che hanno e riprendersi quelli persi. Il comportamento d’acquisto di oggi è una ricerca della vacanza che comincia online, dallo smartphone. Si usa il telefono per prenotare il volo, gli alberghi. Si prenota sempre di più mentre si va. Perché allora i grandi network non investono in pubblicità su questi mezzi? Ha preso le mosse da qui la tavola rotonda dal titolo "La grande distribuzione riorganizza la comunicazione", che ha visto confrontarsi sul tema sette attori (Uvet, Welcome, Bluvacanze, Marsupio Group, Frigerio Viaggi, Gattinoni Mondo di Vacanze, Volonline) per 4.500 adv rappresentate.

La sfida è “come essere presenti in maniera massiva”, ma le reti si stanno preparando. C’è la consapevolezza del doverlo fare e c'è chi ha già elaborato una sua strategia digital, un “sistema digitale”, dove l'adv è posta al suo interno. Siti, newsletter, campagne online, offline, i sistemi per agire sono in mano alle reti, la difficoltà è portare la persona dal pc al punto vendita. Il che diventa ancora più sfidante se si parla di millennial e centennial, in quan-to più refrattari ad alzare lo sguardo dai loro device. C’è poi un nuovo paradigma con cui fare i conti, “il cliente andrà da chi sa raccontare meglio il viaggio”. E’ la nuova frontiera specchio dei tempi, delle esigenze di nuovi target.

Che prodotto ci vuole per conquistarli? Quando entrano in adv “vogliono che l'agente di viaggi ne sappia più di loro”. Il punto a favore è che millennial e centennial possono essere clienti di agenzia, “anzi forse lo sono già”, ma tra i network c’è chi fa autocritica e pensa che “forse non siamo pronti a soddisfare questa richiesta”. In quanto le adv hanno un approccio superato.

Sul fronte del prodotto sembra non ci siano timori, “c'è tutto quello che ci deve essere”. Basta essere dinamici, realizzando “gruppi mirati, targhettizzando sport, divertimento, ballo. Le adv devono approcciare un nuovo mercato e il prodotto sarà fondamentale”. Le nuove generazioni la prima visita che fanno in adv “è per il loro viaggio di nozze o di amici”, ma “prenotano le vacanze estive mentre fanno ancora il liceo”. Le reti hanno “metabolizzato la capacità di avere una proposta anche per queste nuove generazioni”. Si tratta solo di farle “entrare un po' di più in adv”.                   .



Stefania Vicini

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte