EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Economia

Il record italiano sul trenino rosso del Bernina

11/02/2019 - numero Edizione 1563

Superata la soglia delle 250mila presenze nel 2018

Terzo anno da record consecutivo per il Bernina Express. Il trenino rosso di Ferrovia Retica ha infatti superato, nel 2018, anche la soglia delle 250.000 presenze “tricolori”. “Un risultato del quale siamo orgogliosi – ci spiega Enrico Bernasconi, responsabile RhB per l’Italia – e che conferma il Belpaese come terzo mercato in assoluto, dopo quello svizzero - per sua natura misto, essendo la somma di tutti gli stranieri che acquistano il biglietto nel Paese elvetico - e quello tedesco”. In termini percentuali, “su 1 milione e 100mila pax annui, il mercato svizzero ‘misto’ vale il 50%, quello della Germania il 20% e quello italiano il 15%”.

Locomotiva
trade

Bernasconi conferma per il Bernina Express il ruolo strategico del canale agenziale, che secondo il manager, “riveste un’importanza estrema, specie per il mercato italiano non di prossimità: dai 200 km di distanza in su – già da Genova, Parma, Bologna - non si tratta di visite giornaliere, e quindi ci si appoggia al trade. La clientela del Nord, che costituisce all’incirca il 60% del totale, viaggia invece per il 90% in giornata e non ha quindi bisogno di adv o di tour operator. Ma complessivamen-te il 45% circa dei clienti acquista attraverso agenzia di viaggi, che hanno i loro naturali referenti per tutte le informazioni e per le eventuali prestazioni accessorie, oltre che per il normale acquisto dei biglietti alle tariffe ad esse riservate, nei nostri due tour operator ufficiali ‘il Girasole Viaggi’ di Milano e ‘Adrastea Viaggi’ di Tirano”.

I motivi
del successo

Alla domanda su quali siano i motivi del successo del trenino rosso, Bernasconi risponde che “il primo sta senz’altro nella qualità del prodotto: il nostro è un trenino in orario, pulito, funzionale, che si abbina alla bellezza di un paesaggio Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Il secondo punto è la nostra presenza fisica sul territorio: siamo l’unico ente turistico-società svizzera presente sul territorio italiano, con la partecipazione a circa 50 eventi di settore l’anno. Il terzo motivo sta nel ‘fattore-fortuna’, nel senso che - visto che siamo un po’ meteo-dipendenti, specie per gli individuali – nel 2018 abbiamo avuto condizioni meteorologiche perfette quando ne avevamo più bisogno, ponti e festività maggiori in primis”. In ultimo, Bernasconi cita un quarto elemento: “Quello della sicurezza: siamo percepiti come una destinazione più che sicura. E’ un dato di fatto, anche se non farei mai promozione ai nostri treni facendo leva solo o principalmente su questo”.

Le novità 2019
Focus sugli abbinamenti per il Bernina e un Glacier Express uno e trino, nei piani 2019 della Ferrovia Retica. Quanto al trenino rosso, Bernasconi conferma infatti che “stiamo cercando di allargarci al ‘fuori treno’, proponendo degli abbinamenti come ad esempio quelli treno+sci e treno+slitta in inverno, o la combinata con bici, terme ed escursioni in estate. I più richiesti? Treno+sci in inverno, treno+bici in estate: abbiamo iniziato a proporre quest’ultima formula 7/8 anni fa, e sta via via diventando richiestissima, oggi sono 5-6mila clienti all’anno quelli che portano con sé la bici dall’Italia”. Quanto al Glacier Express, fratello maggiore del Bernina, Bernasconi premette che “è certamente meno semplice da vendere, perché offre una bellissima tratta alpina che impegna però oltre 7 ore, e che deve quindi prevedere un pacchetto da 3 giorni: è un prodotto per sua natura più di nicchia e di categoria superiore”. Da qui la novità: “Da inizio aprile di quest’anno proporremo, oltre alla tratta classica, due prodotti pensati per la clientela popolare e per il top di gamma”. Così, da un lato “offriremo 3 nuovi Glacier Express che viaggeranno su tratte parziali: St Moritz-Coira, Coira-Briga e Briga-Zermatt, con la possibilità per le adv di creare pacchetti che abbinino il Bernina e una tratta del Glacier con un solo pernottamento”. Per il target top, invece, “la novità è una carrozza Excellence nel Glacier completo, un vero e proprio 5 stelle viaggiante da 20 posti, tutti a finestrino, con pranzo, bevande, guide e intrattenimento di bordo compresi”.                               



Gianluca Miserendino

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte