EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Economia

“La forza della Francia supera i gilet gialli”

15/04/2019 - numero Edizione 1568

Gli italiani non hanno mai smesso di amare la Francia, che resta la loro prima destinazione estera. Intervistato a margine dell’evento Rendez-vous en France, svoltosi di recente a Marsiglia, il direttore di Atout France per l’Italia, Grecia e coordinatore Europa del Sud, Frédéric Meyer, ha confermato il trend positivo dei nostri connazionali, così come l’apprezzamento per l'Italia da parte dei francesi, secondo mercato dopo la Spagna. “Se abbiamo registrato un calo negli arrivi a causa delle manifestazioni dei gilet gialli – ha rimarcato Meyer - questo è avvenuto nello scorso dicembre, nel momento iniziale e culminante. Posso tranquillamente confermare che a tutt'oggi non abbiamo rilevato grossi cambiamenti e che non ci sono state ripercussioni di rilievo. Se il 2018 è stato un anno record, siamo convinti che l'anno in corso ci riserverà ancora delle belle sorprese grazie anche a tutti gli eventi in calendario per i 500 anni della morte di Leonardo e per la grande attrattiva che ha la Francia sui turisti di tutto il mondo”.
All'edizione del rendez-vous en France di Marisiglia hanno partecipato circa mille persone tra operatori, agenti di viaggio e stampa provenienti da 73 Paesi per circa 26.000 incontri schedulati nei due giorni di lavoro.
“La delegazione italiana era formata da circa 40 persone – ha rimarcato Meyer -. L'interesse degli operatori italiani per il nostro Paese è sempre molto alto. In occasione di questa fiera gli addetti del settore hanno avuto la possibilità sia di incontri con l'intermediazione francese, sia di testare di persona quali sono le potenzialità della Francia per quanto riguarda l'accoglienza, l'organizzazione, il cibo. Anche durante i pre-tour i partecipanti hanno avuto l'opportunità sia di scoprire il territorio che constatare la professionalità dei francesi nel settore turismo”.
Parigi, Costa Azzura, Provenza e Corsica restano i luoghi più amati dagli italiani. “Abbiamo registrato una crescita degli italiani a Bordeaux, la più alta in Europa. Ma anche l'Alsazia ha avuto un aumento sensibile di italiani. Valle della Loira, Bretagna e Normandia mantengono il loro mercato, grazie alla propria fama e alla propria bellezza. In questa occasione è stata presentata anche la città di Lille. E' una regione da scoprire con quattro siti Unesco e sarà capitale del design dal dicembre 2019 alla fine del 2020”.
E’ tra l’altro emerso che soltanto la Costa Azzurra ospita ogni anno circa un milione di italiani e che il turismo d'affari rappresenta il 22% delle presenze italiane.
“Il turismo d'affari è in crescita. Questi primi mesi dell'anno sono stati positivi sia per il Mice che per il leisure. Siamo ottimisti che si possa proseguire su questa linea. La Francia ha lavorato molto anche sulla sicurezza, per rendere il soggiorno il più tranquillo possibile. Il prossimo Rendez-vous en France si svolgerà a Nantes il 22 e 23 marzo 2020”.           

 



Annarosa Toso

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte