EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Paesi al microscopio - Nord Africa

“Sarà un’estate con i fiocchi“

15/04/2019 - numero Edizione 1568

Tunisair: 34 voli di linea settimanali sul mercato italiano

“Ci aspettiamo una stagione estiva con i fiocchi”. E’ questa la prospettiva per i mesi a venire di Tunisair, che attraverso il direttore generale per l’Italia, Helmi Hassine, spiega che “il 2019 rappresenterà il consolidamento di un forte ritorno dei flussi turistici verso la Tunisia e, di conseguenza porterà benefici a Tunisair”. Così, se il 2018 “si è chiuso con una positiva inversione di tendenza rispetto agli anni precedenti”, con circa 267.000 persone trasportate sull’asse Italia – Tunisia – Italia, +4% rispetto al 2017 e per un fatturato che sfiora i 20 milioni di euro, il 2019 si presenta ricco di opportunità “grazie alla forte domanda generata sia dai t.o. che dagli individuali”. Da qui una programmazione che prevede “per l’estate 34 voli di linea a settimana dall’Italia: 14 Milano-Tunisi, 9 Roma-Tunisi, 3 Venezia-Tunisi, 3 Bologna-Tunisi, 1 Roma-Djerba, 1 Milano-Djerba, 1 Verona-Djerba, 1 Milano-Monastir, 1 Verona-Monastir, oltre ai voli della consorella Tunisair Express: 3 Palermo-Tunisi e 2 Napoli-Tunisi. A questo dobbiamo aggiungere i voli charter operati per conto dei nostri principali t.o. da Verona, Napoli e Cagliari”. Oltre al leisure, che mette l’Italia al terzo posto dopo Francia e Germania tra i mercati del vettore, c’è il business travel, in piena espansione: “Ci sono circa 800 a-ziende italiane in Tunisia. Questo genera un flusso continuo che riusciamo ad intercettare in virtù del fatto che partiamo da molte città italiane. Con molte di queste aziende abbiamo già dei contratti corporate e con altre siamo in trattative. Presto sarà disponibile un nostro nuovo strumento b2b per permettere a queste aziende di gestire in home le loro trasferte h24 e 7/7”. Sul peso del canale agenziale, Hassine spiega che “le adv sono fondamentali per il nostro business dall’Italia: nel 2018 hanno generato un fatturato di circa 20 milioni di euro, risultato raggiunto attraverso un buon piano di incentivazione che incoraggia le adv a proporre Tunisair sia per la destinazione Tunisia che per il beyond del nostro network in Africa occidentale, visto che Tunisi è ormai l’hub più breve e lineare per raggiungere quelle destinazioni”      



Gianluca Miserendino

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte