EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Economia

La Ferrovia Retica e la riforma digitale per le adv

10/02/2020 - numero Edizione 1586

La Ferrovia Retica inizia il 2020 con una novità che riguarda “il famoso Glacier Express, finora proposto unicamente per l’intera tratta St.Moritz-Zermatt, da quest’anno – annuncia Enrico Bernasconi, rappresentante in Italia di Ferrovia Retica – sarà possibile effettuare anche solo tratte parziali, con treni appositi per ogni tratta (St. Moritz-Coira, Coira-Briga e Briga Zermatt)”.
Parlando di risultati messi a segno nel 2019, “la tratta di riferimento è quella del Bernina - fa presente il manager -. Per quanto concerne l’affluenza dall’Italia posso parlare di un anno straordinario con un incremento del 12% rispetto al 2018, che a sua volta, era stato un anno record”. Numeri alla mano “sono stati quasi 280.000 gli italiani sulla tratta del Bernina”.
Quanto agli obiettivi per il 2020, il manager non ha dubbi, “visto il risultato eccezionale del 2019, sarebbe bello poter confermare tali cifre”, afferma.
Sul fronte dei mercati principali i bacini citati sono Svizzera, Germania e Italia, ma lo sguardo punta anche ad altri Paesi, infatti, conferma Bernasconi: “Ci stiamo aprendo verso i Paesi dell’Est, Repubblica Ceca, Russia e Polonia in particolare”.
Quanto ai rapporti con il mondo trade, si lavora con quello che il manager chiama “un sistema a piramide”, che vede “due tour operator ufficiali, Adrastea Viaggi e Il Girasole Viaggi, a cui si possono rivolgere le agenzie per pacchetti completi, ma anche direttamente con moltissime agenzie, di cui mi è difficile quantificare il numero”, osserva.
Non mancano gli investimenti per il canale agenziale, a quanto si apprende è in atto “una vera e propria riforma basata sulla digitalizzazione. Al momento solo per canali interni, ma a medio termine si svilupperà anche con il rapporto diretto con le agenzie”, annuncia il manager. E alla domanda su quale sia il prodotto più venduto in adv, Bernasconi afferma: “Senza alcun dubbio il Trenino Rosso del Bernina”.                     



Stefania Vicini

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us