EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Paesi al microscopio - Est Europa - Russia

Dati positivi per la Serbia

09/03/2020 - numero Edizione 1588

Nel 2019 il turismo internazionale in Serbia ha visto numeri tutti in positivo: +8% per gli arrivi, a quota 1.846.551 e +9,6% presenze, 4.010.378 totali. “Un trend in positivo dal 2010 - commentano dal National Tourist Board -, che dal 2011 al 2018 ha visto costanti crescite a due cifre percentuali. La media di pernottamenti è pari a 2,2”. Anche per l’Italia i dati sono a segno più: “L’anno passato si è chiuso con un incremento del 3% di arrivi, pari a 52.723, presenze costanti, a quota. 118.662 e un market share del 2,8%. La media di notti è pari a 2,3”. Non mancano le novità sul fronte aereo: “Dal 6 giugno Air Serbia aprirà, infatti, un nuovo collegamento bisettimanale da/per Firenze a/da Belgrado, con rotazioni il martedì e sabato - rivela il National Tourist Board -. Questo volo si aggiunge alla novità 2019, ovvero al bisettimanale Bologna/Nis. I voli diretti giornalieri rimangono quelli da/a Roma Fiumicino e Milano Malpensa, così come rimane confermato il volo plurisettimanali da/a Venezia Marco Polo a/da Belgrado. Oltre ad Air Serbia e Alitalia, anche Ryanair collega Orio Al Serio con Niš, terza città per importanza in Serbia”.
Ma qual è la tipologia di cliente che sceglie la Serbia? “Sicuramente molti turisti sono fai-da-te, soprattutto i giovani, attratti dal dinamismo della capitale serba, dal value for money del Paese e anche da Novi Sad, che nel 2021 sarà Capitale europea della cultura: è la prima volta che il titolo viene riconosciuto a una città al di fuori dell’Ue”. Il target fai-da-te include anche quei turisti che viaggiano in auto dall’Italia orientale, attraversando i Balcani. “Il turismo organizzato sta comunque dando riscontri positivi, soprattutto tra gli appassionati di storia, arte e archeologia e il Paese è attualmente inserito nei cataloghi dei più importanti tour operator italiani”.
Diverse le iniziative per il trade, tra cui co-marketing, in collaborazione con gli operatori specializzati nel prodotto Serbia e la formazione, con webinar, educational o sales mission.                                  



Nicoletta Somma

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us