EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Tecnologia

Veneto Outdoor, un’unica app open data per tutti i gusti

08/03/2020 - numero Edizione 1588

All’interno i sentieri da percorrere a piedi, a cavallo, in bicicletta, sulla neve, e poi arte e cultura 

A piedi, a cavallo, in bicicletta, con le ciaspole, gli sci e gli scarponi. Al mare, in pianura, in città, in campagna, in collina e in montagna. Da un capo all'altro della regione gli itinerari, i percorsi e i sentieri del Veneto, ma anche le attrattive culturali, le tradizioni, l’enogastronomia e le bellezze di un territorio tutto da scoprire sono racchiuse in un’app. Viaggiare lentamente significa prendersi il tempo per apprezzare lo spirito dei luoghi e le atmosfere, le mutevoli sfumature del paesaggio circostante alle diverse ore del giorno, la bellezza dei luoghi cosiddetti minori anche avvalendosi della tecnologia. E in quest’ottica si colloca “Veneto Outdoor”, app dal nome quanto mai evocativo nata da un idea del presidente della Regione Luca Zaia, l'ultima novità in materia di turismo del Veneto, che ha scelto la tecnologia open data per dare vita a una soluzione unica e innovativa nel panorama italiano della promozione turistica per consentire il massimo sviluppo dei circa 400 percorsi al momento tracciati. “Il mercato contemporaneo - ha spiegato il governatore del Veneto - richiede un turismo esperienziale a dimensione d'uomo, un approccio al viaggio che promuova la qualità dell'esperienza turistica e il territorio nel suo insieme, fatto di ambiente, fauna, flora ma anche residenti, civiltà, arte, storia, cultura e tradizioni. Mai come oggi il movimento slow, in tutte le sue declinazioni, non deve essere interpretato come fenomeno del momento ma come un’autentica filosofia di vita dai profondi risvolti sociali e di volano economico dei territori toccati. Attraverso l'utilizzo di un'infrastruttura di ‘dati aperti’ come quella offerta dalla Regione Veneto, l'obiettivo dell'applicazione è di mettere a sistema la miriade di itinerari già esistenti su tutto il territorio regionale, ma che spesso non sono conosciuti se non a livello locale”.
Grazie alla tecnologia open data, infatti, tutti i soggetti istituzionali - Iat, Comuni, enti di promozione turistica territoriale - potranno alimentare il database iniziale, inserendo gli itinerari presenti nei propri territori, non prima però che un apposito comitato abbia espresso il proprio parere favorevole in merito alla sicurezza e all'adeguatezza dei sentieri proposti.
Inoltre, nell'app gli itinerari saranno suddivisi per modalità di fruizione - a piedi, in bicicletta, in sella, sulla neve - e potranno anche essere selezionati dagli utenti utilizzando un'apposita funzione di geolocalizzazione.
Dopo una prima fase in cui “Veneto Outdoor” metterà a disposizione dei diversi soggetti istituzionali l'infrastruttura di open data, il successivo sviluppo riguarderà l'integrazione all'interno dell'app di altre informazioni di carattere pratico, come per esempio quelle sui trasporti e sul meteo.
Veneto Outdoor è già disponibile per essere scaricata dai dispositivi Ios e Android. 



Paola Olivari

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us