EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Tecnologia

Italianway, un software per gestire gli affitti brevi

14/09/2020 - numero Edizione 1591

Nuova vita per gli appartamenti con i soggiorni a medio termine

La Ota italiana degli affitti brevi, Italianway, presenta a Discover Italy la gamma delle nuove destinazioni. Partita inizialmente da Milano, ora la società annovera 87 destinazioni in Italia. 
“Negli ultimi mesi – spiegano Giulia Iselle, marketing & communication manager e Ivana Filipponio del sales department – abbiamo allacciato contatti con diversi property manager. Attraverso un software siamo un gestore allargato e in database abbiamo un assortimento di appartamenti, chalet, ville. I partner usano il nostro software per gestire i loro appartamenti”. Il prodotto ricettivo viene commercializzato via sito, ma anche attraverso Ota e partner b2b come tour operator, multinazionali e agenzie.
Ivana Filipponio si è occupata di sviluppare partnership: “Dal monolocale in centro a Milano alla casa nelle Langhe con piscina o alla villa in Costa Smeralda, fino al dammuso a Pantelleria o all’attico in città d’arte come Roma o Firenze. Spesso abbiamo in gestione anche strutture cielo-terra (intere palazzine)”, spiega.
Il software, dedicato ai property manager, supporta nella fase di aggiornamento, nella fatturazione, contabilità, per il monitoraggio di Kpi, gestisce il database appartamenti e serve da booking engine per il sito. 

Implementazione e nuove formule
Grazie agli ultimi inserimenti, Italianway è passata da mille a 1400 appartamenti: “Nei mesi di lockdown – osserva Giulia Iselle – abbiamo incrementato il prodotto in zone leisure (300 appartamenti in Sardegna) e ad agosto abbiamo avuto il pienone. Benissimo è andata anche la Puglia, la Sicilia con appartamenti prenotati per tutti i mesi estivi”. Finito il lockdown molti hanno prenotato la montagna (a Bormio, ad esempio, Italianway conta 40 appartamenti) e la permanenza è stata anche superiore ai 30 giorni. Anche la Liguria ha risposto bene.  “La novità importante per il settore – aggiunge Filipponio – è che nei mesi estivi si è cominciato a parlare di medio termine connesso all’holiday working nelle zone leisure”. La società ha appena messo online la nuova pagina del sito e ora partirà la campagna per diversificare il business degli affitti e proporre location per shooting fotografici. “Le grandi città fanno fatica a ripartire – commenta Iselle – e noi cerchiamo di implementare le collaborazioni per offrire servizi complementari con sconti. Da qui la partnership con Europcar, Eataly, Qc Terme. Stiamo sviluppando la parte esperienziale di ticketing sulle mete insieme a startup e società specializzate”. 



Laura Dominici

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us