EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Croazia: grandi attese per l'ingresso nella Ue

08/02/2013 09:50
'Non ci aspettiamo un rincaro dei prezzi”, dichiara il direttore dell'ente, Dario Matosevic, in un'intervista rilasciata a Guida Viaggi anche perché l’euro non sarà adottato subito; intanto Croatia Airlines sta valutando la possibilità di far partire la rotta Milano-Zagabria
A luglio di quest’anno la Croazia farà il suo ingresso nella Ue. C’è molta attesa in merito e Dario Matosevic, direttore dell’ente nazionale croato per il Turismo, è fiducioso: “Ci aspettiamo che i 27 Stati accettino l’ingresso - ha affermato -, noi ci consideriamo il 28esimo Stato dell’Unione europea. Non ci aspettiamo un rincaro dei prezzi”, assicura il direttore, anche perché l’euro non sarà adottato subito. I benefici che ne deriveranno per il turismo? Per Matosevic non ci sono dubbi, cadranno tutte le barriere, “anche psicologiche, che potrebbero esserci verso un Paese che è stato per tanto tempo fuori dall’Unione europea. La sensazione è quella di entrare a far parte di una famiglia”.
Parlando di dati il 2012 è stato un anno record per la Croazia in termini di numeri totali, con un +6% di pernottamenti e un +5% di arrivi. L’Italia ha visto una flessione del 6,5%, un dato che il direttore giudica comunque abbastanza positivo, visti i problemi economico-finanziari che sta vivendo il nostro Paese.
Intanto, è pronta la strategia per lo sviluppo turistico nei prossimi 4-5 anni. Gli interventi sono indirizzati verso un aumento delle capacità dove esiste una possibilità di crescita in termini di presenze sui mercati internazionali, “soprattutto alberghi, villaggi turistici e sport”. Si punta a spingere un po’ di più “il wellness, il turismo nell’entroterra ancora poco conosciuto, ma molto diversificato sul fronte dell’offerta. Lavoreremo anche per spingere i periodi fuori stagione, visto che gli italiani viaggiano molto nei weekend”. Rientra in questa strategia una maggiore promozione della città di Zagabria. Un input in tal senso potrà derivare dal fatto che Croatia Airlines sta valutando la possibilità di far partire la rotta Milano-Zagabria. E le low cost? “E’ un discorso che ci interessa molto - afferma Matosevic - è la chiave del successo fuori stagione. Ci sono i collegamenti di easyJet per il periodo estivo, ma non fuori stagione. Abbiamo provato a discutere con altri vettori, ma non si è ancora realizzato nulla”. Il turismo fai da te rappresenta l’85% contro il 15% di turismo organizzato. L'intervista al direttore dell'Ente è sul numero 1393 di Guida Viaggi dell'11 febbraio. (s.v.)

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us