EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Bruna Gallo: 'Da Alpitour via strutture generaliste da una pratica all'anno'

04/03/2013 09:24
La manager annuncia anche la chiusura del business Webox: “Lo abbandoneremo entro l’anno'. Così come termina la partnership con Opera Romana Pellegrinaggi
Concentrazione sul core business, ottimizzazione dei brand, revisione del pricing. I cardini del “nuovo corso” del Gruppo Alpitour sono stati già comunicati ampiamente dall’azienda nei mesi scorsi. Ma è stata la convention di Frigerio Viaggio Network, tenutasi sabato a Milano, l’occasione per Bruna Gallo, direttore vendite, di scendere più nel dettaglio di una strategia che ha anche il compito di ridare una sferzata ai numeri: “Il 2012 si è chiuso per noi con un calo del 12%, e non possiamo permetterci questo, non è il nostro andamento”.
La razionalizzazione del gruppo si è tradotta anche nella decisione di togliere dai cataloghi “470 strutture generaliste che producevano circa una pratica all’anno”. E nella fine del business Webox: “Lo abbandoneremo entro l’anno, il marchio non verrà ceduto, sarà proprio chiuso. Così come la partnership con Opera Romana Pellegrinaggi”.
Il gruppo ha inoltre già annunciato a Guida Viaggi il lavoro di revisione sui prezzi dell’estate (una delle esigenze più forti emerse dal confronto con le agenzie), sia attraverso le azioni di “blocco” dell’adeguamento carburante e delle oscillazioni valutarie, sia attraverso l’abbassamento del prezzo di ingresso (fino a 100-150 euro in meno a persona per il corto e medio raggio. “Finora il 37% del fatturato si sviluppava con il pricing last minute, ora bisogna portare i clienti in agenzia prima”. Ecco dunque, oltre alla retroattività su Alpitour (nel caso di uscita di un prezzo più basso, nei 12 giorni prima della partenza, rispetto a quello pagato dal cliente), l’azione sui prodotti SeaClub e Villaggi Bravo: “Con la seconda edizione del catalogo, uscito il 15 febbraio, abbiamo riallineato i prezzi di molte strutture. E quindi abbiamo deciso di riabbassare gli estratti conto relativi ai clienti che avevano già prenotato con la prima edizione”. Il tutto, in presenza di previsioni che ancora non riescono ad essere ottimistiche per il comparto: “I dati di Gfk ci dicono che l’estate sarà stabile se non addirittura ancora in lieve calo”. m.t.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte