EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

E-commerce più snello: ancora una chimera

07/05/2013 15:34
Questioni di sicurezza, scarsa concorrenza e qualche rigidità di sistema frenano le transazioni, ma il futuro è lì. Banche, carte di credito stanno lavorando per perfezionare i sistemi. Intanto dall’estero sono in arrivo nuovi competitor, ma le riserve di capitali indispensabili per gestire il business riducono il numero dei player\r\n
In Italia c’è ancora un forte utilizzo del cash e il numero delle transazioni non bancarie arriva al 9% nel 2013, un peso ancora contenuto. Sono i dati di una ricerca Netcomm sui pagamenti nell’e-commerce, oggetto di dibattito oggi nel corso di #martediturismo a Milano, dibattito seguito anche attraverso l’account twitter di GvLive con l’hashtag omonimo. L’incontro ha visto tra i relatori istituti bancari, agenzie, t.o. online e piattaforme elettroniche di pagamento. Questioni di sicurezza, scarsa concorrenza e qualche rigidità di sistema frenano ancora le transazioni, anche se i relatori presenti si sono trovati concordi nel riconoscere che il futuro è lì, concentrato soprattutto nella sfera del mobile commerce e sono già in arrivo player internazionali. Le riserve di capitali indispensabili per gestire il business riducono comunque il numero dei papabili competitor. In termini di scelte strategiche, da parte di aziende attive online come Fly4You e Volonline.it c’è stata la riconversione dal b2c al b2b, come spiega il titolare Luigi Deli, mentre il sito Yalla Yalla ha sviluppato sistemi di pagamento multipli per coprire tutte le modalità di acquisto sul web, anche quelle ibride. Sia Yalla Yalla che Phone&Go usano il sistema Sofort con bonifico bancario per il b2c. Anche Paypal e American Express puntano l’attenzione sul mondo del turismo e implementano l’offerta di proposte ad hoc.
Sotto accusa i costi, ancora alti per aziende che hanno margini risicati e dove un 2% di commissione porta via una buona fetta di utile.
Sul fronte bancario Unicredit e Monte dei Paschi di Siena hanno segnalato il lancio a luglio del sistema MyBank, un nuovo strumento di pagamento che aiuterà lo sviluppo delle transazioni online. l.d.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte