EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Albatravel: “L’arma del web sconfigge la crisi”

30/07/2013 09:50
Il direttore commerciale del gruppo, Fabio Giangrande, analizza il mercato della domanda b2b e annuncia: “Da agosto avremo una grossa novità nel segmento autonoleggi, grazie all’integrazione diretta con le 3-4 società più importanti del car rental”. Da gennaio ad oggi il fatturato della società registra un calo del 5% circa, con passeggeri in linea con lo scorso anno\r\n\r\n
“E’ un anno difficile per tutti, ma la distribuzione sul web ha dinamiche diverse”. Questo l’esordio di Fabio Giangrande, direttore commerciale del Gruppo Albatravel, commentando il trend attuale. “Il nostro settore resiste – spiega ancora – perché si insidia nei buchi lasciati vuoti dalla distribuzione tradizionale. Riproponiamo i servizi in versione differente perché l’online ha una forte capacità di connettività e interpreta velocemente il dinamismo del pricing”. Una capacità di adattamento al mercato che permette di presidiare nuovi segmenti e che consente risultati apprezzabili anche in settori in crisi per il turismo organizzato come la montagna o il mare Italia. “Abbiamo implementato l’offerta con 40mila soluzioni di case e appartamenti in Europa e la nostra fase di investimento dura ormai da oltre un anno e mezzo – commenta il manager -. Lavoriamo per migliorare la qualità del servizio reso alle agenzie, dal customer care al prodotto, rendendo più facile la navigazione”. Ammonta a circa 2-3 milioni di euro l'anno l'investimento tecnologico di gruppo. Di recente è stato anche integrato un Crm che permette di profilare e storicizzare la domanda. Secondo Giangrande la ripresa ci sarà, ma passerà esclusivamente dalla qualità del servizio. “Un punto importante a nostro favore – dichiara il direttore - è il fatto di avere un modello finanziario che funziona bene, con un prodotto generalista che presidia la competitività e non presenta il rischio del vuoto-pieno degli operatori classici”. A livello di prodotto, oltre agli appartamenti, è stata inserita l’offerta di barche a noleggio, è stata sviluppata la parte treni e nel segmento dell’autonoleggio si assisterà all’integrazione diretta con le 3-4 più importanti società del car rental. “L’iniziativa è in start up da agosto”, annuncia il manager a questa agenzia di stampa. La filosofia aziendale è quella del cross selling dinamico: “Siamo un tour operator, anche se online, e non ci stanchiamo mai di dire alle agenzie che Albatravel rappresenta una strada per proporre servizi basici e altri ancillari”. In questo percorso corre in aiuto la ristrutturazione della piattaforma online. Un processo in tre fasi: la prima è stata liberata lo scorso anno con il restyling grafico, mentre quest’anno l’azienda si è occupata di ottimizzare le voci del menù. “La terza fase – spiega Giangrande – proporrà suggerimenti comparativi per servizi ancillari”. Quest’anno l’offerta di prodotto è in crescita del 5-6%. “In termini di fatturato – aggiunge il manager – da gennaio ad oggi assistiamo ad un calo del -5/6%, con passeggeri più o meno in linea con lo scorso anno (-1% circa)”. Il mese di luglio ha visto il lancio di una serie di campagne in collaborazione con i network e l’obiettivo dichiarato è di chiudere l’esercizio finanziario in linea con lo scorso anno (130 milioni di euro Albatravel e 250 come gruppo con 1 milione circa di passeggeri, ndr). La politica espansiva, che vede come primo passo le mosse di Whl (operatore in house con 60 milioni di fatturato) per la contrattazione di prodotto nei vari Paesi stranieri, vede poi lo sbarco del modello Albatravel. Il gruppo, che ha 7 uffici in Italia e e 5 all’estero (30% il peso del mercato straniero, ndr), ha da poco aperto negli Usa e in Cina e si prepara a sbarcare in Brasile. l.d.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte