EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

I Paesi europei sconsigliano l'Egitto

19/08/2013 14:05
Svezia, Norvegia e Finlandia rimpatriano i connazionali
In un articolo l’Afp fa il punto della situazione sulle decisioni prese dai Paesi europei a seguito di quanto sta accadendo in Egitto.
In Germania il ministro degli Affari esteri ha indirizzato ai turisti un avvertimento sconsigliando i viaggi nel Paese, Mar Rosso compreso, anche se Tui, pur cancellando le partenze verso il Paese sino al 15 settembre, ha dichiarato che “i vacanzieri che si trovano già nelle zone balneari del Mar Rosso possono proseguire le loro vacanze dal momento che queste aree sono rimaste sicure”.
La Francia monitora l’evolversi della situazione e non ha ordinato nessuna evacuazione dall’Egitto dei connazionali, anche se il ministero degli Affari esteri, per bocca del titolare Laurent Fabius, 'sconsiglia fortemente' i viaggi nel Paese nordafricano. Il Ceto, associazione dei tour operator d’Oltralpe, dal canto suo conferma la raccomandazione alla sospensione dei soggiorni e delle escursioni a Il Cairo, nel Sinai e nelle altre regioni egiziane, sino a nuovo ordine, e delle crociere sul Nilo sino al 15 settembre. Mantenuti i transiti all’aeroporto del Cairo, ed anche i soggiorni balneari sul Mar Rosso, anche se sono limitati alle località stesse. Contatto dall’Afp, il Club Med conferma l’apertura dei suoi villaggi.
La Gran Bretagna sconsiglia i viaggi in Egitto, a meno che non siano necessari, posizione tenuta anche dalla Svizzera, mentre i Paesi nordici, Svezia, Norvegia e Finlandia, hanno provveduto al rimpatrio dei connazionali.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us