EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Sabre presenta Passport to Freedom

25/10/2013 09:52
L’iniziativa è volta a unire l’industria dei viaggi e del turismo nella lotta contro la tratta degli esseri umani, insieme al supporto di Ecpat Italia Onlus e di Idee per Viaggiare
Sabre presenta il progetto Passport to Freedom, l’iniziativa volta a unire l’industria dei viaggi e del turismo nella lotta contro la tratta degli esseri umani. Insieme al supporto di Ecpat Italia Onlus e di Idee per Viaggiare, Passport to Freedom ha l'obiettivo di aumentare la consapevolezza del settore dei viaggi sugli argomenti relativi al traffico di esseri umani, sostenere e promuovere le modifiche legislative contro questo crimine e offrire ai vari leader del settore l'opportunità di collaborare alla lotta contro un problema che colpisce fino a 27 milioni di persone nel mondo e coinvolge ben 161 Paesi.
32 miliardi di dollari l'anno è il giro d'affari del traffico di esseri umani, si stima che sia uno dei crimini più diffusi e in rapida crescita a livello mondiale, secondo solamente al commercio illegale di sostanze stupefacenti. Il traffico di esseri umani genera maggiori profitti della terza industria criminale più lucrativa: il traffico d’armi. Il 55% delle persone a cui è stata privata la libertà sono donne e bambini. L'industria dei viaggi e del turismo è spesso involontariamente coinvolta nella catena operativa di questi crimini, all’interno e oltre i confini nazionali e internazionali.
“Attraverso i suoi servizi Sabre raggiunge quotidianamente tutti i livelli del settore dei viaggi, dagli agenti alle compagnie aeree, dai tour operator ai viaggiatori stessi; questo ci mette in una posizione unica per agire come forza trainante nella sensibilizzazione alla causa', ha detto Marco Benincasa, Country Director di Sabre Italia.
L’impegno di Passport to Freedom, iniziato poco più di un anno fa da Sabre negli Stati Uniti, ha visto già diverse azioni concrete, a partire dalla firma di The Code: il Codice di Condotta, un’iniziativa riconosciuta dagli attori della filiera al fine di combattere lo sfruttamento sessuale dei bambini in contesti connessi a viaggi e turismo, che conta a oggi più di 2 milioni di bambini coinvolti.
In Italia, il Codice è già incluso nel Contratto Collettivo Nazionale per i dipendenti da aziende del settore Turismo e prevede anche l'incarico di formare il personale dei tour operator, delle agenzie di viaggi e delle strutture all'estero in modo che sia in grado di riconoscere, evitare e contrastare potenziali situazioni di sfruttamento.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte