EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Brasile: Amazonas e Parà sono pronti ad accogliere il turismo italiano

31/10/2013 15:12
Nella classifica degli arrivi europei in Amazzonia l’Italia occupa il 3° posto, dopo la Germania e la Francia
In occasione dell’evento, che ieri ha festeggiato il nuovo volo Tap Portugal su Manaus e Belem, gli stati brasiliani di Amazonas e Parà hanno illustrato al mercato italiano le strategie, i nuovi piani di sviluppo e le potenzialità dell’offerta turistica. Per quel che riguarda Amazonas: “Lavoreremo per promuovere il marchio sui mercati internazionali, ma parallelamente stiamo anche sviluppando infrastrutture che possano consentire uno sviluppo sostenibile del turismo nello Stato - ha detto la presidente di Amazonastur, Oreni Campèlo Braga da Silva -. Stiamo investendo molto in formazione affinché il nostro personale possa essere in grado di parlare la lingua degli ospiti e attiveremo un numero verde gratuito per assistenza continua ai viaggiatori. A dicembre ci consegneranno anche un nuovo aeroporto. Per il segmento storia-cultura-sport - ha continuato - puntiamo alla promozione dei tre centri più importanti, Manaus, Parintins e Barcelos, ma abbiamo comunque altri 15 municipi che attraggono visitatori”.
Nel 2012 lo stato di Amazonas ha accolto 1.707.326 arrivi internazionali e per quel che riguarda l’Europa, l’Italia si conferma 3° mercato in ordine di importanza dopo la Germania e la Francia. La segue l’Inghilterra.
Lo Stato del Parà, invece, situato sempre a Nord del Brasile e considerato porta di accesso alla foresta amazzonica, lavora su investimenti pari a 130 bilioni di Real entro il 2016. Le risorse messe in campo ed il loro uso sostenibile vogliono trasformarlo nel 2020 in Stato leader dell’Amazzonia. La sua promozione sarà incentrata prevalentemente sui segmenti natura, cultura, mare, eventi e business. a.te.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte