EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Lo sviluppo di Discover The World Marketing

18/12/2013 16:29
Tre new entry nel portafoglio delle società rappresentate: Abba hotel, Variety cruises e Okura hotels. Per il 2014 sono attese tre nuove compagnie aeree
Con diciotto rappresentanze per il mercato italiano e un volume d’affari di 450mila dollari Discover The World Marketing chiude un esercizio 2013 positivo con tre new entry tra le società estere entrate nel portafoglio. “L’anno si conclude con un numero di clienti maggiore anche se per un Gsa è sempre difficile poter dire di contare su contratti certi di anno in anno, visto che le compagnia aeree spesso scelgono di essere presenti anche attraverso le proprie alleanze”, così il direttore Giambattista Sassera, che ieri sera ha incontrato il trade per lo scambio di auguri.
Sono tre i new comer che si sono aggiunti al folto panel di aziende rappresentate che vede in Icelandair, Virgin Atlantic, Copa, Hainan i player di maggior spicco del mondo aereo. “Nel corso del 2013 abbiamo acquisito la rappresentanza degli Abba hotel, di proprietà slovacca con 22 alberghi in Spagna, di Variety cruises e degli Okura hotels che sono proprietari di tre brand con strutture in Giappone e Asia”.
Per ognuno di loro diverse sono le ragioni d’interesse nel mercato italiano: gli Abba intendono strutturare meglio la presenza capitalizzando su una clientela fino a oggi generatasi spontaneamente, gli Okura invece avevano uffici europei poi chiusi e, pentiti della scelta che ha favorito le catene alberghiere europee e americane presenti in Oriente, hanno deciso di riposizionarsi nominando rappresentanti nel vecchio Continente. “Li rappresentiamo in cinque Paesi”, puntualizza Sassera.
Tra le collaborazioni che potrebbero consolidarsi nel 2014, Discover The World ricorda quella con Alitalia. “Abbiamo un lungo rapporto con Az, da almeno quindici anni, li abbiamo rappresentati per il volo su Pechino e negli Usa in quegli stati dove non volavano direttamente, inoltre abbiamo trovato per la compagnia soluzioni di commercializzazione online b2b che hanno avuto successo”, ricorda il manager. Non ultima la rappresentanza di Iata per quelle compagnie che vogliono entrare nel Bsp Italia, Discover è infatti tra i quattro Gsa autorizzati in quanto ha una presenza capillare di uffici nel mondo (gli altri sono Aviareps, Apj e Tal Aviation, ndr).
In vista dell’Expo 2015 l’ufficio italiano sta sensibilizzando le compagnie rappresentate a incrementare i voli, tra di esse in pole position c’è Icelandair, che ha una fitta rete di collegamenti tra Scandinavia e Nordamerica.
Il vettore di Rejkiavik sta prendendo in considerazione il quarto volo dall’Italia, dove opera nella stagione estiva con tre servizi diretti da Malpensa, avendo movimentato nel 2013 circa 19mila passeggeri da e per il Belpaese.
Nel 2014 il Gsa prevede l’ingresso di altre tre aerolinee rappresentate, di cui una europea. p.ba.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us