EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Talk show Bluvacanze: 'Il prodotto questa estate c'è'

12/04/2014 17:19
Diversi attori dell'industria turistica, appartenenti al pool di partner e fornitori del network, si sono confrontati su più temi che interessano il settore in occasione della convention 2014 in corso in questi giorni al villaggio Valtur di San Vincenzo. Gfk ha presentato l'overview del mercato 2013/14
E’ partita ieri, 11 aprile, la convention Bluvacanze 2014 in corso fino a domani al Garden Club Toscana Valtur di S. Vincenzo. Ad aprire i lavori il talk show pomeridiano, a fare da incipit l’overview del mercato 2013/14 illustrata da Daniela Mastropasqua, account manager consumer choices, Italy di Gfk Retail and Technology Italia.
Il talk show è stata un’occasione di confronto su vari temi del settore, tra annosi problemi ed attualità, con l’apertura di una finestra su quelle che potranno essere le nuove opportunità del mercato in vista della stagione estiva. A confrontarsi sui molteplici temi diversi attori dell’industria turistica, appartenenti al pool di partner e fornitori Bluvacanze. Tra i relatori Albatravel, Best Tours Italia, Costa Crociere, Europ Assistance, Gruppo Alpitour, Msc, Phone & Go, Press Tours, Valtur, Eden.
Si è parlato di pricing, di Egitto, di commissioni e di quote di iscrizione commissionabili, della necessità di rivedere il mercato, cercando di fare uno sforzo di innovazione da ambo le parti, produzione e distribuzione, si è parlato di Mare Italia e di come questo possa rappresentare un’opportunità di business per le adv.
Tra i temi ha fatto capolino anche quello della vendita diretta e dei canali b2c, rimarcando l’attenzione su quelle che sono le regole da rispettare. Da un lato c’è chi dichiara la consapevolezza che è necessario essere anche online, giustificando la scelta per non perdere una fetta di traffico che non transita in adv, ma rispettando la regola delle parity rate ed affermando che comunque ’i volumi restano del trade’. C’è anche chi, come Phone&Go, è partito con la vendita solo online, ma poi ha rivisto la sua strategia in corso d’opera spinto dalla consapevolezza che ’un produttore che vende 100% b2c non ce la può fare. E’ importante tenere il giusto equilibrio tra b2b e b2c’, ha affermato il presidente del t.o, Fouad Hassoun. Il b2c ad oggi per il t.o. rappresenta il 12%.
Sulla base della situazione contingente, si è cercato di capire quali possano essere le mete che, in questo 2014, siano in grado di ridare fiato al mercato. Tra le diverse ipotesi emerse c’è chi si è già organizzato, o cercando di ampliare la gamma con soluzioni di prodotto innovative o decidendo di aprirsi al lungo raggio o alla linea. Tra le consapevolezze degli attori del mercato è emerso che, per questa estate, a differenza della scorsa, la gamma dell’offerta non è uno dei problemi che si dovranno affrontare. In pratica una buona notizia c’è, il prodotto non manca. s.v.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte