EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Serbia: tutto regolare nei principali siti turistici

21/05/2014 09:43
L'ente del Turismo dirama un aggiornamento sulla situazione a seguito dell'alluvione che ha colpito il Paese nei giorni scorsi insieme alla Bosnia-Erzegovina
L’Ente Nazionale del Turismo della Serbia ha diramato un aggiornamento in merito alla situazione nel Paese in seguito all’alluvione dei giorni scorsi. Il Governo ha dichiarato lo stato di emergenza in Serbia a causa delle violenti piogge a causa e degli smottamenti, che hanno colpito in particolare le aree occidentali e centrali del Paese.
Le aree maggiormente interessate e danneggiate sono quelle rurali e le piccole località, in zone soprattutto agricole e non turistiche; tutte le squadre di soccorso sia serbe sia straniere si stanno operando per riportare la situazione alla normalità.
A oggi Belgrado (a esclusione del sobborgo di Obrenovac) e Novi Sad non sono state toccate dalle inondazioni e di conseguenza i flussi turistici in queste due aree continuano a essere intensi, come sempre. La stessa situazione vale anche per la zona a nord della Serbia, la Vojvodina, così come per i territori e le località montane nel Sud e nell’Est del Paese e per la città principale di questa regione, Niš.
Tutte le strade che collegano le più importanti mete turistiche non sono state compromesse dall’alluvione e i principali siti turistici sono tutti regolarmente aperti e visitabili. Anche l’Aeroporto di Belgrado è operativo, senza alcuna variazione nella programmazione di arrivi e partenze: non vi sono stati voli cancellati né in ritardo. Per quanto concerne le navigazioni sul Danubio tutte continuano a operare come da programma.
'Lo stesso Segretario Generale dell’Unwto, Taleb Rifa - prosegue la nota - lancia un messaggio a sostegno dei Paesi alluvionati: “L’economia di questa parte dell’Europa dipende dal turismo. Facciamo appello sia ai viaggiatori affinché continuino a visitare questi Paesi sia gli operatori turistici affinché continuino nella loro programmazione: tutto ciò contribuirà a rendere più efficaci gli sforzi per una ripresa più immediata possibile'.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us