EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Hotels.com supporta il Vacation Equality Project

06/08/2014 15:45
Petizione online per permettere al popolo americano di ottenere ferie retribuite garantite
Hotels.com supporta il Vacation Equality Project: una petizione online per permettere al popolo americano di ottenere ferie retribuite garantite. Gli Stati Uniti, infatti, sono l’unico Paese caratterizzato da un’economia avanzata a non prevedere il pagamento del periodo minimo di ferie garantite. Attraverso il sito VacationEqualityProject.com gli utenti di tutto il mondo possono firmare una petizione per cambiare l’attuale situazione. Johan Svanström, presidente di Hotels.com sostiene: “Crediamo fortemente nel potere delle vacanze e crediamo che il Vacation Equality Project aiuti a sensibilizzare l’opinione pubblica su questo argomento. L’obiettivo del progetto è rendere le ferie retribuite garantite un argomento di dibattito che possa coinvolgere anche la Casa Bianca”.
Secondo un sondaggio condotto dall’istituto di ricerca Gfk per Hotels.com, inoltre, è risultato che gli americani non sono consapevoli che gli Stati Uniti siano l’unico Paese con un’economia avanzata che non prevede la retribuzione delle ferie. Dalla ricerca, basata su un campione di 1.000 cittadini americani, risulta che il 57% degli intervistati è a favore delle vacanze pagate e il 51%, inoltre, è disponibile a sostenere una legge che lo garantisca. La ricerca mostra come la retribuzione delle ferie possa portare notevoli vantaggi anche all’economia statunitense. Secondo la U.S. Travel Association, infatti, quasi 1/8 degli americani lavora nel settore dei viaggi e del turismo; mentre secondo un’analisi condotta dall’Usta incoraggiare i lavoratori ad usufruire di un giorno di ferie ogni anno porterebbe un aumento di 73 bilioni di dollari.
I viaggiatori americani, inoltre, sono uno dei mercati più forti per l’Italia sul fronte del turismo internazionale. Secondo l’Hotel Price Index di Hotels.com, infatti, Roma è risultata al quarto posto della Top 20 delle città più visitate dagli americani nel 2013, seguita da Firenze e Venezia, rispettivamente in sedicesima e diciottesima posizione. Inoltre, sia nel 2012 sia nel 2013 gli Usa sono risultati il primo Paese che ha speso di più per soggiornare in Italia, con una media rispettivamente di 148 euro e 147 per camera notte.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us