EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Emirates ancora sponsor del Milan

01/12/2014 16:33
100 milioni dal vettore alla società sportiva e una collaborazione che potrebbe andare oltre, su progetti di sport e turismo. Da stasera, l'arrivo alle 20, l'A380 in servizio da Malpensa su Dubai. Tim Clark: 'Sì, abbiamo parlato anche del nuovo stadio. Se la squadra lo vuole, perché non dovremmo noi? Niente è impossibile'
Emirates vestirà ancora per cinque anni la maglia del Milan. È venuto il presidente della compagnia aerea, Tim Clark, a ufficializzare l'accordo. Stamane nella nuova sede 'Casa Milan' inaugurata appena sei mesi fa, insieme all'amministratore delegato della società sportiva, Barbara Berlusconi, Clark ha spiegato le ragioni del rinnovo della sponsorship fino alla stagione 2019/20 e che nel 2010 aveva comportato un investimento di 70 milioni, mentre per questa 'partita' si ipotizzano 100 milioni anche se dalle società non viene l'ufficialità.
'Qualità del marchio, grande valore, i milioni di tifosi in tutto il mondo: il Milan è popolare a livello globale, in Cina, in Indonesia... È diventato un partner incredibile per il nostro brand e la nostra partnership è stata molto proficua in questi sette anni', sono state le sue parole. L'a.d. Barbara Berlusconi ha spiegato che i tifosi del Milan sono 370 milioni nel mondo e 'con Emirates stiamo portando avanti un'ottima collaborazione', lasciando intendere che questa potrà spaziare oltre. Ad esempio per il progetto del nuovo stadio di cui si è scritto molto nei mesi scorsi. 'Non è facile in Italia portare a termine piani così complessi, uno stadio di proprietà è fondamentale per noi, siamo affezionati a San Siro, ma speriamo di poter dare l'annuncio di un passaggio di questo tipo', ha detto l'amministratore del Milan. 'Sì abbiamo parlato anche di questo - conferma Tim Clark -, se il Milan lo vorrà, non vedo perché Emirates non dovrebbe. Niente è impossibile'. Il progetto potrebbe avere una valenza turistica, considerato che Casa Milan ha già accolto 200mila visitatori e realizzato 2 milioni di euro di introiti in sei mesi di apertura, senza una divisione dedicata al turismo. 'Non l'abbiamo e sarebbe certamente una dimensione da sviluppare, i pullman turistici a Milano hanno deviato il percorso da quando c'è Casa Milan, facendone una tappa'.
La venuta di Clark a Milano era prevista inizialmente per l'arrivo dell'A380 a Malpensa, da dove sarà in servizio sul volo serale verso Dubai a partire da stasera. 'È molto significativo che abbiamo deciso di siglare questo accordo con il Milan proprio oggi - sottolinea Clark -. I nostri investimenti su Milano crescono, operiamo anche su New York come sapete e vorremmo fare sempre di più da questa parte del mondo'. Dichiarazione d'intenti importante questa, che fa pensare all'esito del procedimento legale sulla rotta verso gli Stati Uniti di cui Emirates attende il giudizio finale. 'Ci sono due piani diversi sui quali ragionare - spiega il general manager Fabio Lazzerini -: il Consiglio di Stato sta vedendo la questione formale, ma il rinnovo dell'autorizzazione (da marzo 2015, ndr) dipende anche da una valutazione sostanziale, cioè dei risultati. Questi ci sono, ci confrontiamo settimanalmente con il Ministero che sa dell'incremento del traffico del 50% da quando operiamo'.
Alle 20 atterra il super Boeing a Malpensa, dove lo staff del vettore è aumentato del 10%. La configurazione dell'aeromobile sarà a 489 o 517 posti secondo le necessità stabilite dall'ufficio di revenue management di Dubai. p.ba.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte