EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Expedia fa il 30% dell'inbound italiano negli Usa

11/12/2014 16:20
Il console americano Peaslee: 'Tour operator siate unici, impossibile competere con il mass market'. Dall'assemblea annuale di ieri di Visit Usa Italia e l'agenda 2015 dell'associazione tra Expo, IPW a Orlando e Showcase a Pisa
L'agenda degli eventi 2015 è stata il tema dominante alla riunione dell'Associazione Visit Usa Italia, ieri a Milano. La presidente Olga Mazzoni e il neo console commerciale Robert Peaslee hanno tenuto il consueto appuntamento di fine anno con l'industria turistica italiana attiva sulla destinazione Stati Uniti annunciando risultati di ingressi positivi nel Paese. 'I segnali sono contrassegnati dal segno più nella prima metà dell'anno,che mostra un incremento del 14% degli arrivi italiani negli Usa. Siamo in dirittura di arrivo per i 950mila totali per l'anno 2014', ha detto il commercial officer del Consolato americano, Robert Peaslee, dall'estate in carica dopo Michael Richardson. Come noto le attività del turismo sono in carico all'ufficio commerciale dell'ente governativo, per il quale tema centrale per l'anno in corso é Expo 2015 con la partecipazione dell'America all'evento, molto sentito e partecipato da parte dell'amministrazione Obama. Di stamattina la firma della collaborazione tra Microsoft, il gruppo di lavoro del Usa Pavillion a Expo, la Camera di commercio americana in Italia, durante la quale il ceo di Microsoft Italia, Carlo Purassanta, ha dichiarato: 'La visita al padiglione Usa dovrà essere una esperienza Wow, avvicineremo a tutti il digitale'. Anche per lo US commercial Office Expo è un dossier importante. 'È l'evento clou per noi tutti in Italia - ha ribadito Peaslee -. Il nostro padiglione è al 100% finanziato dal settore privato e siamo onorati di avere il gruppo Uvet come partner ufficiale di gestione degli eventi. Spero che anche Brand Usa possa organizzare la prima mondiale di proiezione del film Great Outdoors per celebrare i cento anni della costituzione della National Park Foundation, in autunno a Milano'.
Secondo i risultati conseguiti, il mercato italiano mostra l'incremento maggiore nel 2014 rispetto a Regno Unito, Germania e Francia. 'Chissà che non taglieremo il famoso e tanto desiderato traguardo del milione di visitatori', ha commentato Olga Mazzoni, per poi illustrare le attività 2015 e quelle dell'anno appena trascorso quando ha assunto la guida dell'associazione. 'Showcase in marzo e International Pow Wow ai primi di giugno ad Orlando (Florida) saranno gli altri incontri importanti per noi: saremo a Pisa nel primo caso, dall'1 al 3 marzo. Per la prima volta ci siamo dati un tema cui gli operatori si ispireranno per portare un'offerta di prodotto diversificata: Be Local, Eat Local e Buy Local”, ha spiegato. 'Uno degli scopi del nostro organismo è suggerire agli italiani motivazioni di viaggio nuove, oltre lo shopping e i tour delle città, come noto il turismo diventa sempre di più esperienziale', ha aggiunto Peaslee. Il console ha citato anche Expedia 'che ormai conta per il 30% di tutto l'inbound italiano negli Usa, anche perché investe due miliardi di dollari in Google Ads ogni anno, l'80% del suo budget di marketing. Ecco perché dico agli operatori: siate unici, non si può competere con il mass market. C'è un grande potenziale nell'offrire esperienze autentiche e personalizzate. Credo sia la migliore opportunità oggi per le aziende di viaggi tradizionali', ha concluso. p.ba.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte