EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Jannotti Pecci-Federterme: 'Nostro sistema in pericolo'

16/04/2015 10:24
Il presidente commenta la notizia delle dimissioni del sindaco di Castellammare. 'Molte aziende termali pubbliche operano in situazione pre-fallimentare. Governo e Parlamento devono impedire il collasso di realtà che hanno fatto la storia del termalismo italiano'
'La situazione delle aziende termali pubbliche si va rapidamente deteriorando'. Questo il grido d'allarme lanciato da Costanzo Jannotti Pecci, presidente di Federterme/Confindustria commentando la notizia delle dimissioni del sindaco di Castellammare di Stabia Nicola Cuomo per il fallimento delle Terme locali.
'Le dimissioni del sindaco di Castellammare di Stabia, lasciato solo di fronte al problema delle terme chiuse ormai da tre anni, sono solo la punta dell’iceberg - attacca Jannotti Pecci -. Come Federterme continuiamo a segnalare al Governo, al Parlamento e alle istituzioni locali (Regioni e Comuni) la necessità di trovare soluzioni immediate per consentire la ripartenza delle aziende termali in mano pubblica. Molte di queste operano in situazione pre-fallimentare o simil-liquidatoria, qualcun'altra è già addirittura a rischio chiusura, penso a Fiuggi, Sciacca e Acireale'.

'Serve un tavolo nazionale'
'A fronte di un problema che coinvolge un numero rilevante di territori termali e che pone a rischio la sopravvivenza di intere comunità - continua Jannotti Pecci - ritengo che Governo e Parlamento debbano adottare con urgenza delle misure che impediscano il collasso di queste realtà, che hanno fatto la storia del termalismo italiano. Un'ipotesi rovinosa che, se si verificasse, sarebbe destinata a travolgere in breve tempo l'intero sistema termale nazionale. Federterme è determinata nell'intento di trovare al più presto una soluzione. A tale riguardo, abbiamo riavviato in questi giorni i contatti con l'esecutivo, al quale abbiamo anche chiesto la convocazione di un tavolo nazionale ad hoc ed in previsione del quale riuniremo a breve le associate interessate dal problema, per condividere e calibrare al meglio una nuova proposta'.
Federterme ha proposto, in occasione dell'approvazione dell'ultima legge di Stabilità, un periodo di accompagnamento nella gestione, nelle more dell'attuazione delle procedure di evidenza pubblica e una ristrutturazione dei debiti contratti nel corso degli anni, ai quali le terme pubbliche non sono, in molti casi, più in grado di fare fronte, in modo tale da agevolare l’ingresso di capitali privati.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us