EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Markando sbarca in Sud America

21/10/2015 10:20
Il t.o. di Th Resorts amplia la programmazione e fa focus sulla distribuzione, ma selezionata. Obiettivo di fatturato per il 2016 di 4-5 mln di euro
Markando, t.o. di Th Resorts, sbarca in Sud America, più precisamente in Cile, Perù, Ecuador, Costa Rica e Argentina, con 15 esperienze selezionate in base al tipo di profilo del viaggiatore (Beginner - alla prima esperienza -, Skilled - per chi ama il viaggio fuori dal comune, Move – per i fan della vacanza attiva -, Care – per chi vuole dedicarsi al benessere di corpo e mente -, Taste – per chi ricerca i sapori -, Sunlover – per chi sceglie la tintarella, e Honeymoon – per la luna di miele). Una clusterizzazione che l’operatore stesso definisce distintiva e nata dall’esigenza di semplificare il lavoro delle agenzie. A un anno dal lancio, avvenuto a novembre del 2014, con la programmazione sul Sud-Est asiatico, ampliata poi all’Oceania, il t.o. ha tracciato ieri in Expo un primo bilancio: “Il riscontro del mercato, cioè delle adv e dei clienti – afferma l’a.d. Giorgio Palmucci (al centro nella foto, con il senior manager Northern Italy sales di Alitalia Giuseppe Careddu, alla sua destra e il direttore commerciale di Markando Stefano Maria Simei, alla sua sinistra, ndr) – ci ha portato a essere ancora più sicuri della scelta fatta, basata su un prodotto tailor made ed esperienziale”. Un concept che è stato compreso da entrambi i target, adv e utenti, aggiunge il manager.
Forte di risultati che il direttore commerciale, Stefano Maria Simei, definisce “soddisfacenti”, l’obiettivo nei prossimi due anni è lavorare “non con tutto il trade in generale, ma con negozi selezionati”. “Lavoriamo attualmente con 500 adv, vogliamo arrivare a 1000 nel corso del 2016, anche perché non si tratta di un prodotto semplice da spiegare”, chiosa Palmucci. Punti vendita specifici che verranno individuati insieme ai network con i quali si hanno accordi quadro: “A oggi Gruppo Uvet, Bluvacanze, Robintur Travel Network, Gattinoni Mondo di Vacanze, One! Travel Experience, LeMarmotte e Geo Travel Network”, dice Simei. Vendita solo b2b (a differenza di Th Resorts, ndr), mirata agli individuali, volato di linea, con Alitalia-Etihad come vettore di riferimento: “Permette di raggiungere direttamente gran parte delle nostre destinazioni su Oriente e Oceania. Per il Sud America c’è l’alleanza SkyTeam”.
Markando si propone di raggiungere nel 2016 un fatturato di 4-5 mln di euro, sostiene l’a.d Palmucci. Punto di forza la specializzazione: “Non c’è un solo prodotto che proponiamo che non sia conosciuto personalmente”, afferma Simei. Ed ecco perché l’Oriente è affidato allo specialista Corrado Canzi, che si occupa anche della parte volato, il Sud America ad Alberto Plemone, l’Oceania a Barbara Palamides.

La contrattazione commerciale
La contrattazione commerciale con i singoli punti vendita (al di là degli accordi quadro con i network) si baserà sul netto, afferma Simei. E si pensa ai consulenti di viaggio? “Questo tipo di figura potrebbe essere compatibile con il nostro prodotto, ma al momento non è nei piani”. Il valore medio della pratica (base 2 pax) è 13-14mila euro sull’Oceania, 6mila per l’Oriente e sul Sud America, che ha da poco aperto le vendite, 8-10mila. Sull’andamento delle prenotazioni Palmucci segnala: “Siamo partiti soprattutto sull’Oriente per Natale e Capodanno, e sull’Oceania, che va per la maggiore tra gli honeymooner”.
Sono previsti incontri di formazione con le adv, nelle principali città italiane da Nord a Sud, “in un roadshow – anticipa Simei – che dovrebbe partire da gennaio 2016 su sei-sette date”. Sempre dall’anno prossimo verranno organizzati non i “consueti educational con visita degli hotel”, ma “vere e proprie esperienze di viaggio per gli agenti, come se fossero clienti”, aggiunge Simei, dedicati a ciascuna macro-area.
Frattanto si lavora alla nuova edizione annuale del Travel Mag Markando, che dovrebbe essere pronta per il prossimo mese: “Non sarà semplicemente un catalogo – spiega la marketing manager Francesca Delmonte –, ma un magazine, una rivista con spunti di viaggio”. n.s.


 

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us