EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

L'Enit non va a Fitur

12/01/2016 10:00
"Nessuna adesione dalle Regioni", spiega. La reazione di Fiavet. Nel 2016 confermate 14 fiere internazionali
Nel corso del 2016 l’Enit parteciperà a 14 fiere internazionali, ma tra queste non ci sarà la Fitur, la manifestazione di Madrid al via il 20 gennaio prossimo. E’ la stessa Agenzia a comunicarlo, spiegando che “sarà presente insieme alle Regioni Italiane a 14 fiere turistiche internazionali – 10 generaliste, 3 del Mice e, per la prima volta, 1 legata al prodotto crociere – con l’obiettivo di favorire l’interesse dei maggiori tour operator ed agenti di viaggi esteri verso la destinazione Italia. La scelta di ridurre e selezionare nell’anno in corso i suoi appuntamenti fieristici internazionali – spiega la nota -, scaturisce dall’esigenza di conferire alle strategie di Enit nel mondo una maggiore forza ed incisività per un’immagine coordinata ed univoca dell’attività turistica promozionale”.
Ma al tempo stesso arriva l’annuncio: contrariamente a quanto aveva programmato di fare, l’Enit non parteciperà a Fitur. L’ente spiega così la decisione: “Perché non ha ricevuto adesioni da parte delle Regioni italiane, ma solo da tre aziende private”.
Relativamente poi alle altre due fiere di rilevanza in programma nel primo trimestre dell’anno, l’Itb di Berlino e la Mitt di Mosca, ad oggi, hanno manifestato il loro interesse a partecipare solo le Regioni Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria oltre a 5 aziende private alla prima e le Regioni Campania, Fvg, Piemonte, Puglia più sei aziende private alla fiera russa.
E’ stata tuttavia la notizia della mancata partecipazione a Fitur 2016 a provocare subito le reazioni di categoria.
A pochi giorni dall’inizio della Fitur 2016, la Fiera Internazionale del Turismo, che si terrà a Madrid dal 20 al 24 gennaio prossimo, abbiamo appreso che l’Enit ha annullato la propria partecipazione – esordisce così la nota diramata da Fiavet -. Riteniamo che l’assenza dell’Agenzia, che promuove il turismo italiano, ad un evento così importante per il settore, rappresenti un fatto grave in una fase in cui sarebbe assolutamente prioritario puntare al rilancio dell’Italia come destinazione turistica. Fiavet - continua la nota - fa sapere che è a disposizione per supportare tutti gli imprenditori del settore che avevano già programmato la partecipazione all’evento, ma non potranno contare sulla presenza istituzionale dell’Enit quale punto di coordinamento dell’attività incoming”.
 

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte