EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Il progetto ambizioso di Destination Italia

10/02/2016 14:29
Incentivare presenze e spending stranieri nel nostro Paese con un progetto di sistema e aperto ai player del settore: la mission della newco

Una newco per valorizzare il prodotto Italia e venderlo all'estero. Si chiama Destination Italia e porta la firma di lastminute.com group, che della nuova società possiede il 57%, di Intesa Sanpaolo, che dispone di una quota del 38%, e di Marco Ficarra, nominato amministratore delegato e che si aggiudica il 5% del capitale. Essere integratori e facilitatori: questa, in gergo tecnico, la mission della startup.

"L'Italia ha delle forti potenzialità ma c'è troppa frammentazione. Manca un'offerta strutturata - ha dichiarato Ficarra illustrando l'iniziativa imprenditoriale -. Due i temi che intendiamo affrontare: i canali di vendita e l'offerta di prodotto".

Proporsi come un operatore forte e credibile,  focalizzato, capace di fare sistema, che sia proattivo e diventi un punto di riferimento per i player italiani e stranieri: queste le caratteristiche che connoteranno la newco, che "sarà attiva verso la metà del 2016".

"È un progetto di sistema - ha commentato il ceo di lastminute.com group Fabio Cannavale -. La mia mentalità mi porta ad agire in chiave di networking e non da solo. È un progetto aperto".

La startup opererà online e offline tramite piattaforme b2b e b2c; conta su un investimento iniziale in equity di 6 milioni di euro,  ma è prevista l'apertura del capitale a eventuali nuovi soci.

Stefano Barrese, responsabile divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo,  ha spiegato: "Abbiamo colto l'idea di Cannavale, che si sposa con il tema delle relazioni che stiamo portando avanti come banca e con l'ampliamento del business su attività alternative, in particolare nel digitale.  La nostra base clienti ha già 3mila nominativi attivi nel settore turismo e un potenziale di 9mila".

Il modello di business prevede una contrattualistica varia, dall'intermediazione in chiave Ota al tour operating con vuoto pieno. l.d.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte