EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Sedici buone ragioni per visitare Parigi

19/04/2016 17:40

Motivi per visitare Parigi ce ne sono tanti. Un nuovo museo, una mostra, lo shopping, … Atout France prova a indicarne alcune, forse meno note al visitatore italiano, ma non per questo meno meritevoli di attenzione, anzi...

Si parte dal Parco Zoologico, un nuovo modello di zoo, un’esperienza immersiva unica in Francia nell’ambiente naturale degli animali, oltre 14 ettari di scenari dal mondo attorno al Grand Rocher, una guglia di roccia alta 65 metri, simbolo dello zoo. Ancora natura con il Jardin des Plantes, il più famoso Orto Botanico di Francia, fondato nel ‘600: le grandi gallerie, le serre, lo zoo storico, la scuola botanica, laboratori, mostre… e si entra gratis! Il Parc Monceau è uno dei parchi pubblici più fascinosi di Parigi, nato nel ‘700 nell’8° arrondissement: Monet ha dipinto qui 5 quadri… e Sofia Coppola vi ha girato la pubblicità di Miss Dior Chérie.

Eccoci ai musei, con il Museo del Quay Branly, sull’omonimo Lungo Senna, “dove dialogano le culture”: dall’Africa all’Asia, dall’Oceania alle Americhe. In uno scenografico allestimento progettato da Jean Nouvel e dall’architetto paesaggista Gilles Clément. Dialogo di scena anche all’Institut du Monde Arabe. Progettato da Jean Nouvel e Architecture Studio, vuole essere anche nell’architettura un ponte fra cultura araba e cultura occidentale. La facciata meridionale conta 240 moucharabieh che si aprono e si chiudono ogni ora. Il Museo Guimet è uno dei più grandi musei di arte asiatica, nato dalle collezioni dell’industriale lionese Emile Etienne Guimet. Imperdibili il Pantheon dei Budda e il nuovo giardino giapponese attorno al Padiglione del tè.

I grandi lavori di restauro dell’Hôtel Salé hanno triplicato la superficie del Museo Picasso, che ha appena compiuto i suoi primi 30 anni. Sosta d’obbligo al Cafè sur le Toit al 1° piano del palazzo. E riapre al pubblico in aprile, dopo un eccezionale restauro, il colonnato del Panthéon. E all’interno è stato reinstallato il pendolo di Foucault, prova materiale del movimento della Terra. Lavori a termine anche per il Museo de l’homme, museo di antropologia tra i più grandi del mondo, al Trocadéro, con oltre 700.000 reperti.

Cultura e libri protagonisti alla Bibliothèque Francois Mitterrand, nel quartiere di Tolbiac, che non è solo la Biblioteca Nazionale di Francia, la più importante del Paese, ma anche una sede di mostre ed eventi, nello scenario d’eccellenza delle quattro torri-libro progettate da Dominique Perrault. Il nuovo edificio della Philarmonie De Paris firmato Jean Nouvel accanto alla Cité de la Musique di Christian de Portzamparc del 1995 inventa un tempio della musica nel Parc de la Villette: tre sale da concerto e un museo della musica, ristoranti, librerie… La “nuvola di vetro”, disegnata da Frank Gehry, all’interno del Jardin d’Acclimatation, nella zona nord del Bois de Boulogne, della Fondazione Louis Vuitton è la nuova location parigina della creazione artistica contemporanea.

Da non perdere, girando per la città, i passages. Dei 150 costruiti fra ‘800 e ‘900 oggi ne rimangono una trentina. Immancabili il Passage du Caire in place du Caire, il più antico fra quelli ancora esistenti (1798) e il Passage Jouffroy, la prima galleria tutta in vetro e metallo (1836). Il Ponte Alessandro III è il più bel ponte di Parigi e supera la Senna fra il 7° e l’8° arrondissement. Inaugurato per l’Esposizione Universale del 1900, e per celebrare l’amicizia franco-russa, è lungo 160 metri e decoratissimo.

Chiudiamo in dolcezza con il Café de la Paix. Inaugurato nel 1862 all’angolo fra il boulevard des Capucines e Place de l’Opéra, con il famoso teatro dell’Opéra di Garnier, è una vera istituzione parigina, un gioiello stile Impero, dichiarato monumento nazionale. Il pianoterra e il piano interrato delle Galeries Lafayette al 35 di bd Haussmann, infine, sono un tempio del gusto: 3.500 m2 e tutto il meglio della gastronomia del territorio, grandi marche, ristoranti... ricette e sapori francesi e del mondo. www.france.fr


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte