EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Assoturismo sul ponte 2 giugno: a partire un italiano su dieci

01/06/2016 11:50
Albonetti: successo per la politica, occasione perduta per il settore

Sei italiani su dieci (65%) resteranno a casa per il ponte del 2 giugno, uno soltanto (10%) si concederà una vacanza e il resto al massimo organizzerà una gita fuori porta: a dirlo l’indagine Swg-Confesercenti.
Un risultato di poco inferiore a quello rilevato per le scorse festività pasquali, in occasione del quale soltanto il 14% dichiarò di aver pianificato un viaggio.
Le elezioni amministrative, prima di tutto, ma anche gli strascichi della crisi economica e una ripresa ancora lenta e difficoltosa, oltre alle previsioni metereologiche per quei giorni, frenano la spinta turistica che quest’anno, in termini assoluti, farà mettere in viaggio 4,5 milioni di italiani, mentre 8 milioni andranno in gita, restando nei dintorni della loro città, e 29 milioni rimarranno a casa.
Sarà un successo per la politica – sottolinea Claudio Albonetti, presidente di Assoturismo-Confesercenti –, ma sarà un’altra occasione perduta per l’industria turistica. Un’occasione per rivitalizzare il turismo nazionale e risollevare economicamente le imprese, soprattutto piccole e medie, che già scontano gli effetti della crisi, di una pressione fiscale esagerata, di un difficile accesso al credito, di una pubblica amministrazione lenta e complicata e di elevati costi di gestione”.
Il fattore economico continua a fare la sua parte e a condizionare le scelte: tra coloro che si muoveranno, la maggior parte (63%) non spenderà più di 250 euro, mentre un 16% destinerà alle vacanze per il ponte dai 250 ai 400 euro e soltanto l’11% oltre questa cifra. Scelte al risparmio anche in fatto di destinazioni: l’88% sceglierà mete italiane, tra mare, città d’arte e località di montagna o campagna, mentre soltanto il 12% si recherà all’estero.
Il 5 giugno, giornata dedicata alle elezioni amministrative in molti comuni italiani, l’86% sarà nel comune di residenza e soltanto il 6% sarà ancora in vacanza.
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us