EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Croazia: nei primi quattro mesi +7,5% gli arrivi

30/06/2016 14:06
In crescita del 6,1% i pernottamenti; Italia quarto mercato

Secondo i dati ufficiali forniti dall’Ufficio Statistico Nazionale, nei primi quattro mesi del 2016 la Croazia ha raggiunto un totale di 1.351.300 arrivi, che costituiscono un aumento del 7,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (1.257.351). Con un totale di 3.352.222, anche il numero di pernottamenti è cresciuto del 6,1% rispetto al periodo gennaio-aprile 2015 (3.158.476). Nell’ammontare totale degli arrivi, quelli dei turisti stranieri sono stati 967.125 (+6,9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno) e i pernottamenti 2.478.555 (+7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno). Con un aumento del 8,9% negli arrivi e del 3,9% nei pernottamenti da parte dei locali, si è registrato anche un aumento significativo dei viaggiatori nazionali.  Per quanto riguarda i pernottamenti, i cinque Paesi più forti nel periodo da gennaio ad aprile 2016 sono stati Slovenia (12,5%), Germania (11,5%), Austria (8,3%), Italia (6,2%) e Corea (2,7%).

L’area dell’Adriatico resta una meta di spicco anche nei mesi più freddi dell’anno: durante i primi quattro mesi del 2016, la Croazia adriatica ha registrato 935.445 arrivi (con una crescita del 6,7% se paragonata allo stesso periodo dell’anno prima), il che significa che il 69,2% dei turisti complessivi ha visitato l’area costiera. Con 295.094 arrivi (+12,7%) e una quota del 21,8% sul totale, l’Istria si è affermata come principale destinazione della costa adriatica. La seconda regione più visitata – e quella con il più alto tasso di crescita, 9,4% – è stata la Croazia continentale, che ha attratto 415.855 turisti (il 30,8%). La capitale del Paese, Zagabria, si è posizionata terza negli arrivi turistici (251.094) – che corrispondono a una crescita dell’8,6% (il 18,6% del totale). “Se da una parte ci sono persone da tutto al mondo che sanno che la Croazia merita sempre di essere vista in estate - afferma Ratomir Ivicic, direttore dell'ente nazionale croato per il Turismo - dall’altra i nostri dati recenti dimostrano che ci sono stati non pochi ospiti che hanno apprezzato la bellezza del nostro Paese anche durante la bassa stagione”.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte