EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Guanajuato si presenta al trade

07/07/2016 09:50
Il centro del Messico coloniale apre il co-marketing con t.o. e agenzie

“Vogliamo più visitatori dall’Italia e siamo pronti ad attivare collaborazioni con i tour operator e fare formazione per le agenzie di viaggio”, così il ministro del turismo dello stato di GuanaJuato, Fernando Olivera Rocha, durante una presentazione a Milano venerdì scorso. Stato centrale del Messico a 2mila metri di quota, Guanajuato rappresenta un’eccellenza per l’architettura coloniale, per gli itinerari legati all’indipendenza dai coloni spagnoli nell'800, l’agricoltura di vigneti e tequila, l’archeologia precolombiana e le miniere, paesaggi con canyon e mete di turismo religioso.

Azioni di co-marketing con il trade

“Il programma di formazione online per agenzie di viaggio è in corso di traduzione nella lingua italiana – annuncia Olivera -, è un’esperienza che abbiamo già avviato con buoni risultati in Germania, dove abbiamo anche una collaborazione con Tui”. Il progetto dello Stato è di dedicare al paese tedesco, all’Italia e al Giappone più attenzioni di marketing. A Madrid un rappresentante del Governo si occupa dei mercati europei, soluzione che per il Belpaese verrà svolta dall’ente del turismo del Messico, rappresentato dalla direttrice Sarina Alvarez. “Con i tour operator vogliamo condividere iniziative pubblicitarie e fiere”, aggiunge il ministro.

Collegamenti aerei

Con l’introduzione del collegamento diretto di Alitalia su Città del Messico, la destinazione è meglio raggiungibile: l’aeroporto di Guanajuato conta su otto servizi giornalieri, dei quali i tre del tardo pomeriggio in coincidenza. Collegato a un corposo network di voli statunitense, a partire da Atlanta che si trova a  meno di tre ore, lo scalo è il nono del Paese con 1,5 milioni di passeggeri, distante venti minuti dalla città e 45 dal secondo centro per importanza, San Miguel de Allende. La ragione delle numerose tratte aeree sugli Usa è dovuta ad una forte immigrazione di pensionati, che in questa parte del Messico si trasferiscono, attratti dal clima e dalle ottime economie, qualità e sicurezza della vita.

Investimenti

Lo stato ha appena concluso un triennio di investimenti, stimati in 5,7 milioni di pesos (287mila euro) in nuovi hotel e imprese di turismo, mentre i due centri principali contano sulla presenza di grandi catene, a Guanjuato, e boutique hotel di lusso, nel caso di San Miguel de Allende. Nel 2015 in tutta la regione i pernottamenti sono stati 3,9 milioni, per un totale di 23 milioni di visitatori, considerando anche il turismo escursionistico. Entrambe le città sono nella lista del Patrimonio Unesco. p.ba.

Nella foto: Delegata del ministero del turismo di Guanajuato in Europa Angela San Miguel Gonzalez, direttrice ente del turismo Messico Sarina Alvarez Moncayo, ministro del turismo di Guanajuato Fernando Olivera Rocha e Marisela Morales Ibáñez, console del Messico a Milano


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us