EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

"I tre problemi dell'estate"

05/08/2016 18:06
Cliente indeciso, saturazione dei prodotti più accessibili, lavoro di persuasione sulle mete di lungo raggio: l'analisi di Luca Battifora, ceo di Hotelplan

“Indecisione del cliente, saturazione dei prodotti più accessibili come Italia, Spagna e per agosto forse anche la Grecia, rassicurazione e gran lavoro di persuasione a far viaggiare su mete di lungo raggio dove in molti casi si trova un migliore rapporto qualità prezzo”. Sono questi secondo Luca Battifora, ceo di Hotelplan Italia i problemi che le adv dovranno fronteggiare questa estate.

Il manager definisce la stagione come “contrassegnata da incertezza legata a eventi di terrorismo, parlando con le agenzie il quadro che emerge è l’indecisione del cliente a intraprendere un viaggio anche su destinazioni senza alcuna indicazione di instabilità. Troppi i fatti che accadono ormai con una frequenza mai vista, per non lasciare traccia nell’opinione pubblica”, sottolinea.

Il quadro delle mete

Hotelplan Italia opera esclusivamente su mete di medio e lungo raggio e in questo contesto il trend della domanda rispecchia le tradizionali aspettative, "a Ovest Usa spesso combinati con mare Caraibi e Sud America con Cile e Perù, a Est molto bene il Giappone, Thailandia e Indonesia”. In linea con le previsioni Maldive, Zanzibar, mentre ci sono “incoraggianti segnali di crescita su Mauritius”. Quest’anno sembrano “soffrire un pò le Seychelles”, mentre non mancano le soddisfazioni “sull’Africa Australe, anch’essa combinata in molti casi con Mauritius”.

Turisanda “paga dazio con la situazione internazionale - fa presente il manager -, con la Giordania in difficoltà nonostante non ci sia alcun elemento di instabilità nel Paese, Egitto classico azzerato, Mar Rosso enorme difficoltà su Sharm meglio sulla costa occidentale di Marsa Alam dove continua ad esserci un pò di domanda. Sugli Emirati l’andamento del portafoglio ordini su fine estate/autunno non brilla, ma neanche presenta al momento spunti di preoccupazione”. Battifora fa presente che “l’elemento di maggiore attenzione non sono le singole destinazioni bensì il trend complessivo, da giugno registriamo una progressiva diminuzione della domanda di viaggi sull’estate rispetto al pari periodo dello scorso anno e questo ritengo sia a causa di uno stato emotivo generato da troppi episodi violenti accaduti vicino a casa nostra”.

Gli indicatori per l'inverno? Sono quelli storici di sempre dell’azienda e quindi “il 25% del nostro attuale venduto giornaliero è per partenze da novembre 2016 a marzo 2017, c’è una quota di mercato che prenota con largo anticipo e non sono solo viaggi di nozze”. Tra i nuovi trend in fatto di richieste si riconferma il dato di crescita importante sull’alto di gamma, “nella fascia con elevata capacità di spesa l’incremento anche quest’anno è significativo”. Per questo gli investimenti continueranno ad essere indirizzati “su qualità del prodotto e del servizio e meno sulla ricerca del prezzo attrattivo”.

Fondo di garanzia? “Hotelplan è tra le aziende che hanno fondato lo strumento giuridico che in Astoi permette a tutti i soci il pieno recepimento di quanto introdotto dalla norma”. s.v.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte