EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Vacanze studio: in vetta sempre la Gran Bretagna

24/08/2016 11:25
Si registra una crescita del Canada e la ricerca di corsi intensivi o individuali per ottimizzare i tempi

La Gran Bretagna si riconferma come meta preferita in assoluto dagli studenti italiani secondo un ‘analisi di Esl, la società specializzata nelle vacanze studio. Nonostante un inizio anno in sordina, principalmente dovuto alla sterlina forte, dopo la Brexit il numero di studenti è nuovamente aumentato e rimane sostanzialmente stabile rispetto allo scorso anno. Il 2° posto è dell’Irlanda, che dopo il boom di cui è stata protagonista nel 2014-2015, si mantiene stabile. La medaglia di bronzo va invece a Malta, che mantiene il suo posto in classifica, soprattutto per la possibilità di abbinare il soggiorno linguistico alle imperdibili vacanze in spiaggia.

Inoltre, una delle ragioni per cui queste mete restano tra le più gettonate, è il vantaggio che traggono dai collegamenti aerei comodi e spesso economici e la vicinanza con l’Italia. Si confermano al 4° posto gli Stati Uniti, una destinazione evergreen che vanta un’incredibile varietà nella sua offerta.

Tra le destinazioni scelte per la lingua inglese, si registra una forte crescita del Canada con il 39% in più degli studenti rispetto al 2015, grazie all’economicità della meta rispetto agli Usa. Anche l’Australia ha registrato una significativa crescita (+28%): la terra dei canguri è una delle destinazioni con più possibilità di trovare un lavoro retribuito al termine del corso di lingua grazie al programma Gap Year e alla Working Holiday Visa.

Se l’inglese resta la lingua più richiesta, non mancano gli “studenti” di tutte le età che vogliono cimentarsi nell’apprendimento di una seconda lingua straniera. Altre nazioni in crescita sono infatti la Germania e la Spagna, in quanto il tedesco e lo spagnolo si posizionano in cima nella ricerca di una seconda lingua europea da apprendere.

Emerge quest’anno – secondo le rilevazioni Esl - la tendenza a ottimizzare al massimo l’apprendimento nei tempi scelti o, più spesso, a disposizione del cliente: rispetto all’anno precedente, sempre più persone scelgono di puntare sui corsi intensivi o di sostenere lezioni private, mentre la durata dei soggiorni si è leggermente abbreviata.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us