EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Enogastronomia: le colline piemontesi meta in crescita

14/11/2016 13:00
Arrivi e presenze in aumento del 4%; metà dei flussi sono stranieri

Dodici miliardi di euro: è questo il valore della spesa turistica per food & wine dei viaggiatori italiani e stranieri che nell’estate 2016 hanno scelto come meta l’Italia. L’indagine di Coldiretti evidenzia che il 32% del budget vacanza è stato destinato all’enogastronomia (con una spesa media di circa 190 euro): un vero e proprio record che conferma il settore un valore aggiunto inestimabile all’offerta storica, artistica e culturale della vacanza Made in Italy.

Ai primi posti, tra i fattori che concorrono a una valutazione positiva dell’Italia, ci sono patrimonio artistico (79%), bellezze naturali e cucina (75%) e a seguire qualità dei prodotti locali (69%). Alimentari (59%) e vini (54%) rappresentano le categorie merceologiche che stimolano maggiormente gli acquisti degli stranieri.

L’enogastronomia è considerata un aspetto fondamentale del made in Italy, insieme all’arte e alla moda, sia dagli stranieri (due su tre considerano la cultura e il cibo la principale motivazione del viaggio in Italia), che dagli stessi italiani (il 54% la reputa il vero motore dell’economia).

In Piemonte, sede di Biteg, che ha chiuso i battenti lo scorso weekend, l’enogastronomia è il prodotto turistico che rende più competitiva la regione a livello europeo. In particolare, dai dati dell’Osservatorio regionale, le colline piemontesi si confermano una meta in crescita e sempre più internazionale, con un incremento degli arrivi che superano la quota di 833mila (+4% rispetto al 2015), e con più di 1,6 milioni di pernottamenti (+3.8%). Gli stranieri rappresentano il 46% degli arrivi e quasi il 50% delle presenze, con la Svizzera in testa, seguita da Germania e Benelux. Tra i mercati extraeuropei gli Usa crescono del 10% nell’ultima rilevazione, mentre la Cina si attesta quale clientela emergente con una crescita significativa del 16% rispetto al 2014.

Biteg 2016 ha visto la partecipazione istituzionale di Regione Liguria, Regione Lombardia e Regione Piemonte, pronte attraverso le loro agenzie di promozione, In Liguria, Explora e Sviluppo Piemonte Turismo, a proporsi come macroregione turistica. Un progetto nato a seguito della firma di un protocollo d'intesa fra i presidenti delle tre Regioni che ha portato, già da un anno, a sviluppare azioni congiunte. Presente inoltre, l’Umbria, “Regione Ospite”, che ha avuto una propria vetrina espositiva per raccontare il territorio attraverso la sua enogastronomia. l.d.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte