EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La formazione sugli Stati Uniti fatta dalle agenzie di viaggio

10/01/2017 15:58
Visit Usa Italy lancia i master: gli Usa Ambassador protagonisti dell’e-learning. 1275 i laureati nel 2016

Con 59 webinar si è chiuso il terzo anno accademico del programma di formazione online Usa Ambassador, che nel 2016 ha “laureato” 286 agenti di viaggi specialisti di Stati Uniti. “In tutto hanno partecipato alle lezioni 1275 agenti, contro i 969 del 2015 – spiega Gianluca Sposito di Konrad Travel, consigliere dell’associazione Visit Usa Italy -. La media di partecipanti per ogni webinar è molto alto, circa 280, a prova che è un’attività utile e apprezzata dal trade”. Il progetto fortemente voluto dal board aggiunge quest’anno una novità: le agenzie laureate diventano master e saranno le protagoniste di alcuni webinar.

Agenti-docenti per individuare il mercato

“In veste di docenti condivideranno con altre agenzie le proprie esperienze di viaggio negli States e potranno organizzare eventi per i propri clienti, individuando nel loro portafoglio i repeater verso gli Usa o altri target, pensando proprio per loro un’occasione di incontro – anticipa a Guida Viaggi la presidente di Visit Usa Italy, Olga Mazzoni -. Riceveranno il nostro supporto e avranno piena libertà sul format; conoscendo il proprio territorio sapranno organizzare l’evento più giusto”. L’associazione intende stimolare le agenzie ad essere propositive “vogliamo che si pongano in modalità ‘manageriale’ nei confronti del mercato, individuando gli strumenti adatti a promuoversi, anche in collaborazione con altri soci”.

I primi quattro webinar tenuti dagli agenti saranno di Lisa Albini della Supetravel di Grosseto, Pietro Romano della Mesotour di Palermo, Silvia Cuppari della Skywalk Viaggi di Parma e Leonardo Idili della Splendid Viaggi di Milano.

L’iniziativa si basa sulla piattaforma di realizzazione dei webinar, la quale prevede anche che le agenzie indichino le caratteristiche delle pratiche di viaggio sugli Stati Uniti vendute. Questo per approfondire sui prodotti intermediati oppure quelli che le adv fanno da sé. Ogni agenzia ottiene 50 punti per ogni pratica inserita e dai primi “scrutini” risultano professionisti con decine di migliaia di crediti. “Riconosciamo alle agenzie di viaggio la grande importanza di sviluppare fedeltà sulla destinazione – conclude Mazzoni -. A fine anno analizzeremo i dati raccolti per capire quale tipo di viaggio negli Stati Uniti si acquista in Italia”. p.ba.


TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Consulta gli ultimi annunci inseriti