EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La mossa di Warren Buffet, investire 9,3 miliardi nei vettori americani

17/02/2017 14:12
Il finanziere americano patron della Berkshire Hathaway ha deciso di cambiare rotta verso i vettori e di puntare anche su di loro per una serie di motivi

Warren Buffet, considerato il più grande investitore di Borsa di tutti i tempi, ha investito 9,3 miliardi sulle compagnie aeree americane. E' quanto riporta Il Sole-24 Ore da cui si apprende il cambio di idea del patron della Berkshire Hathaway, la sua finanziaria.

Se prima Buffet pensava che le compagnie aeree fossero "una trappola mortale per gli investitori", come scrisse in una lettera agli azionisti nel 2013, ora ha cambiato posizione al punto tale che la sua finanziaria, dal mese di novembre, ha fatto forti investimenti nel settore aereo americano. Fino ad arrivare alla cifra di 9,3 miliardi di dollari, appunto. 

Una mossa che segna così la fine di una posizione avversa verso i titoli dei vettori e sulla loro profittabilità. Dopo la vittoria di Trump qualche cosa è cambiato e l'investitore ha firmato un assegno da 2,1 mld di dollari per ognuno di questi 4 vettori, American Airlines, Delta, Southwest Airlines, United Continental. Il manager ha acquisito azioni anche della Alaska Airlines, seppur in misura minore, con una esposizione che, però, non è stata resa nota. Ovviamente dopo le mosse di investimento di Buffet i titoli dei vettori in Borsa sono volati. 

La domanda è lecita, cosa ha spinto il miliardario americano a cambiare idea? Il Sole parla di diversi fattori, il primo è il fatto che nell'ultimo anno l'indice settoriale Nyse Arca Airline alla Borsa di New York ha avuto un balzo di oltre il 40%. Secondo motivo, il costo del prezzo del petrolio, che nel 2017 costa il 50% in meno rispetto al 2013. Negli ultimi due anni American Airlines, Delta, Southwest Airlines, United Continental hanno messo a segno i maggiori profitti di sempre. Inoltre, tra i motivi rientra anche il fatto che i vettori Usa abbiano investito molto sul fronte del rinnovamento della loro flotta, tra aerei di nuova generazione e tecnologia. Gli aeromobili sono più moderni e quindi consumano meno carburante. C'è anche un altro aspetto messo in luce, ossia il fatto che negli ultimi tempi i vettori Usa siano stati oggetto di una serie di processi di riorganizzazione, fusioni e acquisizioni. Il tutto lo deve aver convinto a cambiare rotta. 

Una curiosità, tra gli interessi di Buffet non ci sono solo i vettori americani, il finanziere ha infatti anche quasi quadruplicato l'investimento in Apple. Al 31 dicembre 2016 il fondo è arrivato a possedere 57,4 milioni di azioni Apple, rispetto ai 15,2 mln di azioni che erano stati dichiarati nei tre mesi prima. Una mossa che lo ha portato ad essere uno dei primi 10 azionisti di Apple, con circa l'1,1% del capitale. 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte