EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Veratour annuncia il rilancio del Mar Rosso

20/03/2017 18:12
L'Emerald Lagoon di Marsa Alam era chiuso da un anno e mezzo, la sua riapertura un segnale che la crisi è alle spalle, buon auspicio per il turismo egiziano

Stefano Pompili, direttore generale di Veratour, annuncia il rilancio del Mar Rosso, dopo anni di crisi, con buone presenze e prenotazioni. E in convention parte l'applauso. In Egitto Veratour possiede cinque villaggi, l'ultimo è l'Emerald Lagoon, il 38mo della società. Si tratta di una struttura di 120 camere riservate tutte ai propri clienti, affacciata su una baia luminosa, appoggiata su una spiaggia balneabile.

Ricorda Pompili che la ripresa del Mar Rosso è salutare per l'Egitto, “dove 15 milioni di persone gravitano sul turismo, in crisi da cinque anni, e la cui valuta – la lira egiziana – si è svalutata da 9 a 20 contro dollaro”. Tra il 2010 e il 2015 per Veratour il mercato del Nord Africa è crollato da 61 milioni di fatturato a 7, con una perdita di 54 milioni di ricavi, scendendo, come incidenza, dal 35% al 5% dell'offerta in catalogo.
La risposta del tour operator è stata quella di investire in tre nuovi villaggi e in 12 nuove strutture, sei delle quali di lungo raggio. E' stato anche incrementato il tasso di qualità, così che lo “scontrino medio” che nel 2010 era di 946 euro, è salito a 1.030 nel 2014 e a 1.179 nel 2016.

Tutto questo ha permesso di chiudere nel 2016 il ventisettesimo bilancio in attivo: 177 milioni di ricavi con un margine netto di 9,3, nonostante il fatturato sia calato del 5% sul 2015.

Gli obbiettivi sono di ulteriore crescita: nel 2017, 200 milioni di ricavi, nel 2018, 215 milioni, nel 2019, 230. Grazie anche ad alcuni punti strategici: il potenziamento della marca Veratour, la crescita del segmento dei viaggi di linea (“Dai quali ci aspettiamo un incremento del 25%”, ha rivelato Daniele Pompili, le sinergie con le compagnie aeree, a cominciare da Neos.

L'Emerald Lagoon di Marsa Alam era chiuso da un anno e mezzo, e la sua riapertura è già di per sé un segnale che la crisi è alle spalle, e un buon auspicio per il turismo egiziano. Si compone di 120 camere in palazzine che si affacciano a una piscina centrale. Veratour presidia i servizi con propria  animazione, staff di accoglienza, chef e personale di cucina italiano. Il servizio alberghiero in senso stretto è gestito dalla proprietà egiziana, che si avvale di circa 150 persone. p.s.

 


TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Consulta gli ultimi annunci inseriti