EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Abruzzo Open Day in versione estiva, lo storytelling della regione

07/04/2017 11:48
L’Abruzzo si racconta ai turisti attraverso esperienze emozionali, seguendo un calendario di appuntamenti e percorsi esperienziali di natura culturale, naturalistica, artistica, gastronomica, ludica e sportiva

Uno storytelling che dura sette giorni, dal 27 maggio al 4 giugno, questo è Abruzzo Open Day in versione Summer, la novità di stagione della regione, che ha già sperimentato la bontà della formula in inverno. L’Abruzzo si racconta ai turisti attraverso esperienze emozionali, seguendo un calendario di appuntamenti e percorsi esperienziali di natura culturale, naturalistica, artistica, gastronomica, ludica e sportiva. Il focus è sulla vacanza attiva, sull’ecoturismo e su quelle proposte che possono attrarre flussi domestici e stranieri. Il tutto è incentrato sul “turismo slow, se vieni in Abruzzo non devi avere fretta - dichiara a Guida Viaggi Giancarlo Zappacosta, direttore del dipartimento Turismo, cultura e paesaggio della regione -. I segmenti sono il turismo esperienziale, emozionale, il percorso del gusto e dei sapori è collegato alla cucina, sono state, infatti, preservate le coltivazioni autoctone. Le pro loco promuovono i prodotti tipici (lenticchie, zafferano, olio, vini) e la conservazione delle tradizioni, tramandate anche oralmente, fino al turismo religioso. Pensiamo alla Settimana Santa ed alle processioni come quella del Venerdì Santo”.

Abruzzo Open Day focalizza sul turismo attivo, non solo sportivo. La regione è meta per i byker, avendo 141 km di piste ciclabili litoranee, "stiamo facendo le aste interne - afferma Zappacosta -. Sul fronte dei mercati stranieri quello tedesco è particolarmente affezionato alla regione. E' venuto anche a L’Aquila per verificare lo stato della città, che è in piena ricostruzione, soprattutto il centro storico, e sta vincendo la battaglia contro il terremoto. Gli esercizi commerciali stanno tornando a vivere. Si sta investendo anche in sicurezza, con un finanziamento regionale per le strutture ricettive del 50% (legge regionale n.77)”. Una ricostruzione che è oggetto del convegno Cantieri aperti che richiama “ingegneri da tutta Europa per vederne la qualità".

L’estate? “Tornano le prenotazioni”, afferma Zappacosta, in più si sta verificando un fenomeno che vede i turisti europei (inglesi, tedeschi, olandesi, svedesi) comprare casa in Abruzzo, soprattutto nei borghi, a fronte del fatto che 2il mercato toscano e umbro delle seconde case è oramai saturo". s.v.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte