EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Bisogna dare all'Italia "una specializzazione turistica"

07/07/2017 15:44
Secondo Cristina Mottironi, Met Università Bocconi, servono economia dei territori, organizzazione e programmazione

"Il turismo ha diversi elementi di ottimismo. Per esempio per i giovani è visto come un comparto su cui investire in modo professionale, portando innovazione nel settore". Ad affermarlo Cristina Mottironi, Met Università Bocconi, intervenuta alla recente tavola rotonda "Italia turistica fra patrimonio fisico e capitale sociale".

Il tema della digitalizzazione è stato definito un "territorio fertile", in tal senso. "Servono intelligenze specializzate e una fotografia chiara del nostro Paese. C'è la consapevolezza che l'Italia si caratterizzi per alcuni aspetti specifici, per esempio per il patrimonio naturale, diffuso e stratificato nel tempo, legato alle attività lavorative dei nostri territori. E' il risultato di una capacità del fare sul nostro territorio, che ha portato ad una relativa facilità di attrazione dei flussi turistici". Il che ha avuto due "esiti non positivi - a suo dire -, uno è la forte concentrazione nelle mete più note, con la difficoltà nel rendere i flussi non centrifughi, ma centripeti. La seconda - prosegue la docente -, aver creato delle rendite di occupazione, che hanno inibito la voglia di innovare, di fare impresa, portando a scarsi investimenti".

Mentre, invece, ciò che si dovrebbe fare è "rendere il patrimonio conosciuto, con investimenti in marketing, per conoscere la domanda e segmentarla; lo si deve rendere accessibile e fruibile, ossia con interazioni tra pubblico e privato per fare in modo che sia interpretabile, prestando attenzione alle diverse lingue straniere, alle biglietterie, alla segnaletica".

Mottironi non ha dubbi che "un'Italia solo turistica sarebbe monotoma e economicamente vulnerabile, bisogna piuttosto portarla ad avere una specializzazione turistica". Servono "l'economia dei territori turistici, che sono un insieme di industrie, l'organizzazione, come capacità di gestione delle destinazioni e la programmazione, per far transitare il nostro patrimonio verso il futuro". s.v. 

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte