EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Carnival, "Per le crociere è il momento d'oro"

19/01/2018 08:40
I manager internazionali del gruppo a Milano per premiare i top partner. In ordine diciassette nuove navi fino al 2022. Anche la clientela italiana "è maturata molto", commenta Gigi Torre, presidente di Gioco Viaggi

"Le crociere stanno vivendo la loro golden era". Non ha dubbi Iain Baillie, vice president international sales Carnival: secondo i dati Clia, l'anno scorso i crocieristi a livello mondiale sono stati 25,8 milioni e per il 2018 ne sono attesi 27,2 milioni. E il gruppo spinge gli investimenti per godere appieno di questo momento d'oro, insieme ai top partner.

Il manager è infatti a Milano in occasione dell'Appreciation Event, debutto di un premio rivolto ai tour operator, network e online travel agency (ota) che hanno collaborato al meglio con le compagnie del gruppo. Insieme a lui a incontrare il mercato italiano ci sono i rappresentanti di Princess, a cominciare da Tony Roberts, vice president UK & Europe, e Gioco Viaggi, il presidente Gigi Torre e Chiara Lagioni, product manager.

Il gruppo

I dieci brand del gruppo Carnival si presentano complessivamente al mercato con 103 navi e il 50% di share sul totale delle crociere in mare, con piani di sviluppo per i prossimi anni: "Abbiamo in programma fino al 2022 altre 17 navi in ordine che ci verranno consegnate – annuncia il manager -. Puntiamo ai repeater ma anche a chi non ha ancora mai fatto una crociera: i nostri competitor non sono tanto le altre compagnie ma i resort". Strategia confermata anche in casa Princess: "Vogliamo migliorare l'esperienza premium dell'ospite nel mercato delle vacanze e puntare su destinazioni emergenti e di grande potenziale, come l'Alaska", spiega Tony Roberts. Il tutto, per il gruppo, con alcuni trend saldamente in vista: l'appeal della crociera che sta facendo breccia nei desideri dei millenials, l'offerta di esperienze esclusive come quelle delle isole private, e l'exploit dei celebrity chef anche a bordo.

Segnali positivi dall'Italia

E il mercato mostra interesse crescente anche in Italia, dove è innegabile la "dominanza" di due grandi player: "Ci rendiamo conto che la clientela italiana è molto maturata – afferma infatti Torre -. I grandi player hanno fatto da apripista portando la crociera alla portata di tutti per costi e fruibilità. E ora i viaggiatori vanno alla ricerca di prodotti ed esperienze diverse, anche con pricing importanti".

Parte importante dello sviluppo sono i partner trade, e oggi sono stati premiati nella prima edizione di un award che potrebbe diventare un appuntamento ricorrente. Per il 2017 i riconoscimenti sono andati nella categoria network a Welcome Travel e Gattinoni, nella categoria tour operator Eden Viaggi e Alidays e nella categoria ota Cruiseline, Taoticket, Star Croisières, Crocierissime, Crocierepiù, Jet-Travel e Dreamlines. m.t.

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte