EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria fanno squadra

25/01/2018 11:06
Il Centro Italia va alla conquista dei mercati europei, in particolare Svizzera e Irlanda

Natura e arte, storia ed enogastronomia di quattro regioni nel cuore d’Italia. Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria continuano a “fare squadra” attraverso una proposta turistica integrata, capace di coinvolgere non solo i turisti italiani, ma anche i potenziali viaggiatori europei.

Dopo il lancio della campagna “Centro Italia. Emozioni intorno a te” avvenuto nell’ultima edizione del Wtm di Londra, il Centro Italia va alla conquista dei mercati europei. In vista dei prossimi ponti primaverili e della stagione estiva 2018, il Cuore d’Italia sarà protagonista di un vero e proprio tour promozionale nel corso del quale la campagna - sviluppata con il coordinamento di Enit, l’Agenzia Nazionale del Turismo - sarà presente negli eventi e nelle fiere di settore più importanti d’Europa.

Il mercato svizzero

Si parte da Zurigo dove, dal 25 al 28 gennaio, è di scena la Fespo, la maggiore fiera turistica del mercato svizzero che nell’ultima edizione ha visto la partecipazione di circa 63mila visitatori e 650 espositori. Il Paese elvetico rappresenta uno dei principali mercati di provenienza dei flussi turistici verso l’Italia, con un trend in crescita già dal 2016 e prospettive incoraggianti: i principali tour operator svizzeri stimano una crescita della domanda turistica per il 2018 pari al 5%-6% dopo una stagione, quella del 2017, davvero positiva.

Sempre per quanto riguarda il mercato svizzero, tra le mete estere l’Italia si posiziona al secondo posto nelle preferenze dei turisti elvetici, con una quota del 12%, subito dopo la Germania (13%) e prima della Francia (9%). Del resto, uno degli aspetti più interessanti è proprio la scelta di destinazioni di “prossimità”: il 38% degli svizzeri, infatti, sceglie prevalentemente uno dei Paesi confinanti, il 33% preferisce invece viaggiare nel proprio Paese, altre destinazioni europee sono scelte dal 21%, mentre solo l’8% guarda ai paesi extraeuropei. Quello svizzero è un mercato strategico anche sotto il profilo della spesa dei turisti che, secondo i dati registrati da Banca d’Italia, tra gennaio e settembre 2017 è aumentata del 6,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Il mercato irlandese

Dalla Svizzera ad un altro mercato dal grande potenziale: l’Irlanda. Oltre Zurigo il Cuore d’Italia sarà infatti protagonista anche all’Holiday World Show di Dublino, in programma dal 26 al 28 gennaio. La campagna “Centro Italia. Emozioni intorno a te” sarà quindi presentata al mercato irlandese, che negli ultimi anni ha prodotto un flusso annuale verso l’Italia di oltre 360mila turisti, con un interesse verso una tipologia di vacanza “attiva”, dunque con esperienze di outdoor, enogastronomia, eventi culturali e shopping: tutto ciò che Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria possono offrire.

Nel 2017, l’Holiday World Show di Dublino – giunto quest’anno alla 29a edizione – ha visto la partecipazione di 575 espositori, provenienti da circa 55 Paesi, con 43mila visitatori di cui 801 trade e 42mila consumer. Venerdì 26 febbraio, le quattro regioni del Centro Italia illustreranno, in particolare, la loro offerta a 33 giornalisti irlandesi e 15 tour operator nell’ambito di un incontro che, presso l’Hotel Intercontinental di Dublino, vedrà anche la partecipazione dell’ambasciatore Paolo Serpi, il suo vice Carlo Siciliano e la direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura a Dublino, Renata Sperandio.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte