EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Trasporto aereo: a ciascuno la sua tariffa con il pricing dinamico

21/02/2018 15:26
Secondo gli analisti il 2018 potrebbe essere l'anno della svolta. Esistono già le piattaforme che permettono di "individuare l'utente" e offrirgli il miglior prezzo e servizio
Personalizzare le offerte tariffarie in base a chi sta effettuando la richiesta di biglietti, piuttosto che rigorosamente sui criteri di ricerca. E' la prossima frontiera della biglietteria aerea, secondo quanto dicono gli esperti. In effetti, alcune compagnie aeree hanno già implementato il cosiddetto pricing dinamico su alcune ricerche di biglietti all'interno dei propri canali.
 
Secondo il fornitore di software di gestione delle entrate Pros, che lavora con circa 80 compagnie aeree in tutto il mondo, tra cui Southwest, Lufthansa, Emirates e Aeromexico, il 2018 potrebbe essere l'anno di una svolta. "Sulla base del nostro portafoglio di progetti, ci sarà una manciata di grandi operatori che si muovono verso la scienza del pricing dinamico" ha annunciato John McBride, direttore del product management di Pros. Concettualmente, la tariffazione dinamica dei biglietti è semplice. Una compagnia aerea identifica la persona (o almeno il dispositivo utilizzato) che effettua una richiesta di volo, quindi estrae i suoi dati per la cronologia di volo di quella persona. La persona potrebbe essere identificata se ha effettuato l'accesso a un Ota o a un sito Web di una compagnia aerea tramite un account frequent flyer.
 
Come funziona
 
Proprio come Amazon fa oggi per ricordare le cronologie degli acquisti, tali siti potrebbero anche impostare cookie all'accesso per identificare l'utente. E già ci sono, secondo quanto detto da Phocuswright, aziende tecnologiche che forniscono la capacità di identificare i consumatori su più dispositivi senza la necessità di informazioni di accesso. La piattaforma di gestione delle revenue, utilizza quindi la cronologia degli acquisti dei voli di un individuo per generare un'offerta tariffaria specifica e personalizzata, sulla base dei comportamenti di consumo e dei servizi richiesti. Gli esperti affermano che è probabile che tale tecnologia venga utilizzata per offrire sconti ai clienti iscriti ai loyalty club e per generare offerte tariffarie in bundle che si adattino al profilo del cliente. Ma in teoria la tecnologia potrebbe anche essere utilizzata per scopi diversi, come ad esempio per attrarre un nuovo cliente con un biglietto particolarmente conveniente o per offrire un prezzo del biglietto più alto a qualcuno che probabilmente non sarà scoraggiato da un supplemento.
 
Una tariffa personalizzata
"Piattaforme tariffarie dinamiche genereranno anche offerte specializzate basate sul profilo di una ricerca tariffaria, anche se non hanno l'identità specifica dell'acquirente" ha dichiarato Peter Belobaba, direttore del programma dell'industria aeronautica del Mit, che ha collaborato alla stesura di un recente documento di discussione su progressi nella gestione e distribuzione delle entrate del settore aereo per la compagnia aerea Tariff Publishing Co. (Atpco). Un esempio? Se una persona dovesse cercare un viaggio di una notte, infrasettimanale da New York a Chicago, la piattaforma potrebbe dedurre che l'acquirente sia un viaggiatore d'affari, quindi preparare offerte tariffarie che si adattino al profilo. Utilizzando le offerte di prezzi dinamici, le compagnie aeree sperano così di aumentare i tassi di conversione mentre aumentano le entrate incrementali, in parte mostrando ai viaggiatori che c'è un valore nel pagare un po' di più per un volo più comodo.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte