EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Nasce Foodiestrip, contro le recensioni fake

19/05/2018 17:00
A pochi giorni dalla nascita, la piattaforma ha già 5000 iscritti Foodies, 350 mila locali. “L’obiettivo è ristabilire un dialogo fertile tra ristoratori o esercenti e i clienti", dice il fondatore

Già 5000 iscritti Foodies, 350 mila locali e il numero di recensioni cresce al ritmo del 25% al giorno. A una settimana dal lancio la nuova startup Foodiestrip promette di mettere pace (e ordine) nel mondo dei “critici da tastiera” e dei “ristoratori”. 

 

Si tratta infatti di un’app che, di fatto, azzera il rischio delle recensioni farlocche. Non solo: gli appassionati compulsivi di review, attraverso Foodiestrip, avranno a portata di smartphone uno strumento educativo per fare in modo che le loro critiche siano autentiche e possibilmente costruttive. Anche per i ristoratori che al timore potranno sostituire l’opportunità di migliorare la propria offerta al cliente.

Come funziona

Innanzitutto attraverso un processo di “certificazione” del “Foodie”. Controllando, attraverso la geolocalizzazione e il tempo di permanenza, che davvero sia stato nel locale che si appresta a recensire. Permettendogli in una prima fase di effettuare la recensione semplicemente attraverso un sistema di domande a risposta chiusa sulla sua esperienza all’interno del locale. Dandogli un’identità pubblica e visibile.

Foodiestrip infatti, incorpora un’anima social, in modo tale che i membri della community non solo possano verificare chi è l’autore della recensione, ma anche vedere i luoghi che frequenta, capire i suoi gusti e in base alle analogie poter ponderare la rilevanza di ogni singola recensione.

“L’obiettivo– ha dichiarato Fabrizio Doremi, founder e ceo di Foodiestrip – non è solo quello di eliminare le fake review o di avere soltanto recensioni positive, ma di ristabilire un dialogo fertile tra ristoratori o esercenti e i clienti. E in ogni caso siamo solo all’inizio. Foodiestrip è stata infatti progettata come piattaforma “aperta” che crescerà insieme ai suoi utenti per essere sempre più funzionale alle loro esigenze.”


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us