EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Thomas Cook sposta la capacità verso il Mediterraneo orientale

18/05/2018 15:20
Forte domanda estiva per Turchia, Grecia ed Egitto, oltre alla crescita delle prenotazioni verso Croazia, Italia e Tunisia

Thomas Cook sta spostando capacità estiva dalla Spagna al Mediterraneo orientale a causa della "pressione dei margini" nel suo braccio operativo britannico.

La comunicazione è arrivata oggi dall'amministratore delegato Peter Fankhauser, in quanto la società ha registrato un aumento delle prenotazioni del 4% dal Regno Unito con un pricing migliore del 6%.

L’operatore ha dichiarato: "Continuiamo a subire una pressione sui margini a seguito dell'impatto valutario e dell'inflazione dei prezzi degli hotel in un contesto di mercato competitivo.

"La forte crescita verso destinazioni con margini più elevati nel Mediterraneo orientale, così come maggiori vendite sul web e ancillari, stanno aiutando a mitigare questo impatto".

"Abbiamo continuato a riequilibrare il nostro mix di destinazioni verso destinazioni più redditizie e in rapida crescita come la Turchia e l'Egitto e a mirare a ulteriori efficienze operative".

Il gruppo sta riscontrando una forte domanda estiva per Turchia, Grecia ed Egitto, oltre alla crescita delle prenotazioni verso destinazioni minori come Croazia, Italia e Tunisia .

Le entrate online sono aumentate del 18% in tutto il gruppo, con particolari progressi nel Regno Unito, che è aumentato del 33% su base annua, secondo l'operatore.

Nel complesso, le prenotazioni da dispositivi mobili sono cresciute del 55%, mostrando un miglioramento in tutti i mercati di origine.

Ciò è avvenuto quando Thomas Cook ha chiuso altri 63 negozi nel Regno Unito tra il primo semestre e il 31 marzo "dal momento che i clienti continuano il proprio spostamento verso  l’online".
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us