EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Spagna: la gastronomia attrae 9,1 mln di turisti all'anno

23/06/2018 15:34
La giornata mondiale delle Tapas, celebrata nei giorni scorsi, è stata l'occasione per fare il punto su un settore su cui il paese sta investendo molto. Da Valencia ai Paesi Baschi
“La gastronomia spagnola è un elemento chiave per il crescente peso nella domanda turistica: si calcola che oltre 9,1 milioni di turisti internazionali che hanno viaggiato in Spagna nel 2017 hanno realizzato una qualche attività gastronomica (alta gastronomia, visita di cantine, ecc.), questa cifra rappresenta un +17,81% rispetto al 2016 con una spesa complessiva di 10.989 milioni di euro (+25,64% rispetto al 2016)”. Così Maite de la Torre Campo, console aggiunto e direttore dell’ente Spagnolo del Turismo di Milano racconta i numeri di un settore sui cui la Spagna punta da parecchi anni. L'occasione è stata la giornata mondiale delle Tapas, forse uno dei più conosciuti "piatti" del paese. “La nostra gastronomia è un attributo differenziatore del marchio Spagna con un grande prestigio internazionale. Inoltre, – ha proseguito De La Torre - la tapa è, per la sua singolarità, un segno distintivo del nostro paese.” 
 
Due esempi: Valencia e i Paesi Baschi
 
L'occasione si è focalizzata in particolare sulla zona di Valencia. L’Italia è il sesto mercato emissore di turisti per la regione di Valencia. Secondo i dati dell’Ine (Instituto Nacional de Estadística), sono stati 445.345 gli arrivi dei turisti italiani nel 2017 (un 11,5% in più rispetto all’anno precedente). Il mercato italiano presenta, inoltre, la spesa media diaria più elevata fra i principali mercati emissori verso la regione di Valencia, 119,2 euro al giorno. La regione ha collegamenti diretti da 12 città italiane: Bari, Bergamo, Bologna, Cagliari, Milano, Napoli, Palermo, Pisa, Roma, Torino, Treviso e Venezia.
 
Anche altre aree del paese puntano a fare della gastronomia un marchio turistico. I Paesi Baschi con il marchio Culinary Nation e le attività del Basque Culinary Center di San Sebastian, vogliono attrarre l'attenzione proprio su questo con itinerari sul territorio che spingono la conoscenza di prodotti e vini. "La gastronomia è parte della nostra identità, ma è anche un ecosistema che offre lavoro, include produttori e lavoratori, nonchè i clienti finali. Stiamo investendo non solo sui grandi chef, e lo facciamo sul lungo termine per avere un settore di qualità che attragga anche un turismo di qualità e spinga l'industria. Vogliamo puntare molto su eventi globali, come i recenti World's 50 Best Restaurants a Bilbao ma anche sulle start up nella tecnologia legata al'industra alimentare" ha detto a Guida Viaggi,  Unai Rementeria, deputy general of Bizkaia. Il governo locale sta puntando molto sul finanziamento alle nuove imprese. A Bilbao nel 2019 aprirà uno spazio di 8000 mq dedicato proprio alle start up legate ai servizi energetici, alimentari ma non solo, si chiama Biscay Startup Bay. a.g.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us