EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL��TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Con la Direttiva Pacchetti in arrivo un nuovo business per i t.o.

02/07/2018 11:12
Gli operatori tedeschi si preparano al recepimento delle nuove norme, previsto per la prossima settimana, "pacchettizzando" anche le prenotazioni alberghiere e adeguando il prodotto

I tour operator tedeschi si preparano alla implementazione della Direttiva Pacchetti in Germania. Previsto per la prossima settimana, il recepimento della norma europea ha suscitato dibattito anche a Berlino e dintorni, con la stampa specializzata che ha a più riprese definito “molto complesso” il nuovo pacchetto di provvedimenti, che in sostanza garantisce ai consumatori maggiore protezione legale per le prenotazioni online e per le prenotazioni "combinate" in adv di prodotti di viaggio di diversi fornitori (come ad esempio per la classica formula volo + hotel). I consumatori avranno anche più tempo (fino a due anni) per chiedere un risarcimento per problemi verificabili, come nel caso della ricettività.

Le opportunità per i t.o.
Un altro importante cambiamento è che i tour operator potranno aumentare il prezzo del pacchetto turistico fino all'8% fino a 20 giorni prima della partenza se possono dimostrare che i loro costi (ad esempio tasse, spese, prezzi del carburante) sono aumentati dopo la prenotazione. Il limite precedente era del 5%. Tuttavia, sarà loro dovere anche provvedere a una riduzione dei prezzi se i loro costi diminuiranno.
L'industria turistica tedesca ha lavorato intensamente negli ultimi mesi per prepararsi alla nuova legge. La German travel industry association (Drv) ha affermato che la legge porterà "innumerevoli" vantaggi ai turisti, mentre gli agenti di viaggio saranno messi in condizione di fornire consigli "appropriati", anche da un punto di vista legale e dei diritti, ai loro clienti.

La mossa: pacchettizzare anche gli "hotel-only booking"
I principali tour operator stanno già rispondendo con un importante cambiamento di prodotto: le prenotazioni "hotel-only" saranno combinate con un "pacchetto di servizi" (come i servizi di destinazione) per trasformarle in pacchetti turistici, che includono automaticamente l'assistenza clienti in caso di problemi o emergenze e che sono completamente coperti dalle assicurazioni contro le insolvenze. Qualche esempio di prodotto è costituito da Tui Plus Paket, Sunny Heart di Thomas Cook e offerte simili di Der Touristik e di altri tour operator (con la notevole eccezione di Alltours).
Questa mossa potrebbe offrire ai tour operator un vantaggio competitivo significativo rispetto alle prenotazioni dirette di alloggi in albergo o case vacanza, che non sono legalmente definite come pacchetti turistici. Tui ha anche annunciato che "nell'interesse dei clienti" non sfrutterà la nuova opportunità di aumentare i prezzi fino all'8% dopo la prenotazione. g.m.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte