EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Turismo fluviale: Le Boat apre la seconda base canadese

19/09/2018 16:52
Nel vecchio Continente investiti 1,5 milioni di euro nella base francese di Saint-Jean-de-Losne

Da cinquant’anni Le Boat accompagna i viaggiatori in crociere fluviali a bordo delle sue houseboat: correva l’anno 1969 quando l'imprenditore inglese Michael Sreat fondò la Blue Line con una piccola flotta di otto imbarcazioni a navigare sui canali francesi. Anno dopo anno, la passione verso questa insolita tipologia di vacanza è cresciuta e la qualità del servizio è andata migliorando costantemente, con l’obiettivo di essere sempre all’avanguardia, al passo con i tempi e le richieste del mercato.

Continua e costante anche l’evoluzione della flotta, con investimenti importanti che nel 2011 sono culminati nelle imbarcazioni Vision, ancora oggi le più amate dai viaggiatori Le Boat, mentre nel 2016 è stata la volta della classe Horizon, barche di nuova generazione che hanno rivoluzionato la navigazione in termini di design e comfort.

Oggi, con trentasei basi in Italia, Inghilterra, Germania, Scozia, Irlanda, Belgio, Olanda e Canada, Le Boat permette di esplorare Europa e Canada.

In occasione dei 50 anni di attività, la prima novità arriva dal Canada, che ha fatto il suo ingresso sulla mappa di Le Boat solo quest’anno: nel 2019, nel borgo di Seeley’s Bay, aprirà la seconda base canadese che permetterà ai viaggiatori di scegliere percorsi di crociera di sola andata anche in questa regione, alla scoperta del Canale Rideau, il più antico sistema di canali ancora operativo del Nord America e patrimonio Unesco. Non solo: nel 2019 la flotta canadese verrà ampliata con nuove barche Horizon - fiore all'occhiello della flotta - incluso il modello a cinque cabine con bagni privati che può ospitare fino a dodici persone.

Nel vecchio Continente, invece, Le Boat ha investito 1,5 milioni di euro nella base francese di Saint-Jean-de-Losne, nel cuore della Franche-Comté, in Borgogna, che dal prossimo anno potrà offrire un servizio più rapido, aumentando così il numero di crociere in partenza da questa strategica località.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte